Big Little Lies 2: la regista Andrea Arnold allontanata in malo modo da HBO?

Un rumor riportato da Indiewire, vorrebbe la regista Andrea Arnold affranta perchè allontanata dal set di Big Little Lies 2 dopo la fine delle riprese: ecco perchè.

NOTIZIA di 13/07/2019

Piovono pettegolezzi su Big Little Lies 2: pare che Andrea Arnold abbia il cuore a pezzi per colpa di HBO. La regista di Fish Tank, Transparent e I Love Dick sarebbe stata allontanata subito dopo aver terminato le riprese senza avere la possibilità di completare il suo lavoro con la post-produzione.

Altro che omicidi, suocere invadenti e problemi familiari: dalle parti di Monterey il vero dramma si sarebbe consumato dietro le quinte di una delle serie che continua ad essere tra le più acclamate dalla critica (qui la nostra recensione di Big Little Lies 2). Il rumor è stato riportato in origine da Indiewire e vuole Andrea Arnold allontanata, senza l'esistenza di accordi pregressi in merito, per far spazio a Jean-Marc Vallée, regista della prima stagione di Big Little Lies - Piccole grandi bugie. Tutto il materiale girato dalla Arnold sarebbe stato tagliato, smontato e assemblato da Vallée e dal suo team (di ben 11 persone) con il solo intento di rendere stilisticamente la nuova stagione più simile alla precedente.

Per lo stesso motivo sarebbero state aggiunte al calendario della produzione ben 17 giornate in più sul set, con Vallée ufficiosamente in cabina di regia. Il problema in tutto questo? Che ad Andrea Arnold era stato assicurato il controllo creativo su ogni aspetto dei nuovi episodi, tanto che fonti vicine alla regista la descrivono affranta dall'esperienza e sbigottita dalla decisione del network, soprattutto perchè i complimenti arrivati sia dal cast sia dal produttore David E. Kelley non lasciavano presagire un simile epilogo.

Il risultato alla fine di tutto il lavoro, come nota Indiewire, sarebbe stato comunque così discutibile (e probabilmente lo è ancora: ne abbiamo parlato in questo articolo chiedendoci se Big Little Lies 2 sia ancora una serie da premi o il guilty pleasure dell'anno), nonostante lo sgarbo alla Arnold proprio per evitare l'effetto "discontinuità", che il team di Vallée avrebbe dovuto aggiungere ulteriori flashback dalla stagione 1, oltre ad apportare più di qualche modifica al materiale già girato.
La HBO naturalmente non ha subito le accuse in silenzio, ma ha risposto alle illazioni dichiarando con una nota ufficiale: "Non ci sarebbe stata una stagione 2 di Big Little Lies senza Andrea Arnold. Tutti i produttori e tutti alla HBO sono estremamente orgogliosi del suo lavoro. Come in ogni progetto televisivo, i produttori esecutivi lavorano in maniera collaborativo alla serie. D'altronde pensiamo che il prodotto finale parli da solo". Sarà, ma questo comunque non risponde in maniera esplicita ai pettegolezzi e alle accuse.