Facebook

Avatar, Matt Damon rinunciò e perse 300 milioni di dollari: arriva la risposta di James Cameron

Matt Damon decise di non recitare in Avatar perdendo il 10% degli incassi e, di conseguenza, quasi 300 milioni di dollari: James Cameron ha recentemente parlato della star del cinema.

Avatar, Matt Damon rinunciò e perse 300 milioni di dollari: arriva la risposta di James Cameron

Matt Damon non è certo povero, ma oggi sarebbe più ricco di 292 milioni di dollari se non fosse stato così fedele a Jason Bourne: nel corso degli anni l'attore ha detto più volte di aver rifiutato il ruolo principale di Avatar e, con esso, una grossa fetta di denaro. Probabilmente non sapeva che 13 anni dopo, Avatar sarebbe stato ancora il film con il maggior incasso di tutti i tempi con 2,92 miliardi di dollari al botteghino.

L'anno scorso, Damon ha dichiarato al Festival di Cannes: "Mi era stato offerto un film chiamato Avatar, James Cameron mi aveva anche offerto il 10% degli incassi. Passerò alla storia per questo, non incontrerete mai un attore che ha rifiutato più soldi di me."

James Cameron e Sam Worthington sul set di Avatar
James Cameron e Sam Worthington sul set di Avatar

La star ha detto di aver rifiutato perché all'epoca era ancora coinvolto nel processo di post-produzione di uno dei film di Jason Bourne e non voleva abbandonare il franchise. Cameron ha recentemente risposto a queste affermazioni di Matt durante un'intervista della BBC Radio:

"Damon si sta mangiando le mani per aver perso il 10% di Avatar e io gli vorrei dire: 'Matt, sei una delle più grandi star del cinema, avanti'. Ma lui doveva fare un altro film di Bourne già da contratto e non c'era niente che potesse fare al riguardo, quindi ha dovuto rifiutare. Però adesso dobbiamo assolutamente coinvolgerlo, deve esserci almeno per un cameo. Ma stavolta non otterrà certo il 10%, fanculo!", ha concluso James Cameron.