Audrey Hepburn, suo figlio commenta il biopic con Rooney Mara

Sean Hepburn Ferrer, figlio di Audrey Hepburn, ha detto la sua opinione sul biopic diretto da Luca Guadagnino con protagonista Rooney Mara.

NOTIZIA di 08/01/2022

Sean Hepburn Ferrer - il figlio di Audrey Hepburn - ha fatto sapere la sua opinione sul biopic interpretato da Rooney Mara e diretto dal regista Luca Guadagnino.

Il figlio di Audrey Hepburn e Mel Ferrer ha dichiarato a Fox News Digital: "Non ero a conoscenza di questo progetto. Rooney Mara sarà deliziosa e sembra che questo film sia circondato da un sacco di amore!".

Proprio ieri, Variety ha confermato il biopic su Audrey Hepburn interpretata da Rooney Mara e diretto da Luca Guadagnino. A scrivere la sceneggiatura del film sarà Michael Mitnick.

Rooney Mara è stata candidata all'Oscar due volte - per Millennium - Uomini che odiano le donne del 2011 e Carol del 2015. Più recentemente, ha recitato in Nightmare Alley di Guillermo del Toro con Bradley Cooper, Cate Blanchett, Toni Collette e Willem Dafoe. Per quanto riguarda Guadagnino, il regista italiano ha co-creato, co-scritto e diretto la miniserie HBO del 2021 We Are Who We Are, ed è ovviamente noto per aver realizzato Chiamami col tuo nome.

Per Audrey Hepburn, invece, non servono presentazioni. Si tratta, infatti, di una delle star più iconiche dell'epoca d'oro di Hollywood, in grado di conquistare il pubblico con film come Colazione da Tiffany, My Fair Lady, Sabrina e Funny Face, tra gli altri. Durante gli ultimi anni della sua vita, la Hepburn ha viaggiato per il mondo per raccogliere fondi per l'UNICEF in qualità di ambasciatrice. Tra il 1988 e il 1992, ha lavorato in alcune delle comunità più povere di Africa, Sud America e Asia, aiutando i bambini che soffrivano di malnutrizione.

Durante i suoi quattro decenni di carriera, la Hepburn si è guadagnata lo status di EGOT vincendo un Emmy, un Oscar, un Tony e un Grammy Award. L'ultimo è stato ricevuto postumo. La Hepburn ha ricevuto la Medaglia Presidenziale della Libertà nel 1992. È morta nel 1993 all'età di 63 anni a causa di un tumore.

Alla fine del 2020, Sean Hepburn Ferrer ha collaborato con sua moglie Karin per scrivere un libro per bambini intitolato Little Audrey's Daydream, che esplora la sua infanzia tumultuosa in Olanda e come le fantasie di un futuro migliore l'hanno mantenuta fiduciosa durante i tempi terribili. All'epoca, l'uomo ha detto a Fox News Digital che il suo ricordo preferito dell'amata madre era la sua risata: "Ogni volta che la facevo ridere, lei rideva davvero di pancia", ha detto il 62enne. "È una delle cose più grandi che puoi prendere da qualsiasi relazione se riesci a far ridere qualcuno e dargli quel momento di sole".

"Ma ci sono molti momenti a cui penso", ha continuato. "Penso a quando mi ha accompagnato all'aeroporto e sono partito per fare il mio primo lavoro. Stavo camminando attraverso i controlli di sicurezza e quando mi sono girato, c'erano lacrime che scendevano sul suo viso. Come genitore, ora capisco. Ma trovo grande conforto pensando a quei momenti in cui l'ho semplicemente fatta ridere".

Infine, a proposito del libro, Hepburn Ferrer ha raccontato: "Voglio continuare a raccontare la sua storia. Vogliamo continuare il lavoro a cui lei teneva di più. Era molto orgogliosa di poter contribuire e fare qualcosa, soprattutto per i bambini. Penso che questo libro sia davvero un messaggio di speranza. Una giovane ragazza durante la guerra leggeva favole e sognava una vita migliore. E quando finalmente l'ha raggiunta, ha restituito al mondo questo dono. In qualche modo, magicamente, la storia che viene raccontata è che c'è guarigione nella speranza".