Antonella Clerici e Rai: "Non voglio fare la tappabuchi"

Antonella Clerici, esclusa dai palinsesti Rai del prossimo anno, racconta il suo dispiacere in un'intervista: 'Contratto in corso, io pagata per non lavorare'.

NOTIZIA di 18/07/2019

Antonella Clerici e la Rai, è crisi: dopo anni di onorata carriera, la presentatrice non è stata inclusa nel nuovo palinsesto Rai, presentato nelle scorse settimane.

In un'intervista a Corriere della Sera, Antonella Clerici ha commentato l'accaduto, ammettendo di non sentirsi più apprezzata come una volta dalla televisione di Stato: "Ho capito che vengo vista come una che deve essere messa da qualche parte, non come un cavallo su cui puntare"

Molto dispiaciuta per quello che sta accadendo, Antonella ha cercato di spiegarsi i motivi di una decisione del genere, nonostante abbia un contratto di un anno in corso che a quanto pare la Rai non sta rispettando: "Ci sta che un direttore decida di cambiare. Ma qui ci sono anche due aspetti da valutare: c'è un contratto in corso e dovrebbe valere anche quello che uno ha fatto per l'azienda. Sono sempre stata un soldato per la Rai, ho sempre detto di sì, non mi sono mai tirata indietro, anche quando dopo il Sanremo del 2010 potevo permettermi di puntare i piedi: ma non fa parte del mio carattere e non l'ho mai fatto."

Sanremo 2010, seconda serata: Antonella Clerici in versione Moulin Rouge
Sanremo 2010, seconda serata: Antonella Clerici in versione Moulin Rouge

La showgirl continua rivelando le sue opinioni sull'emittente televisivo, commentando come secondo lei la Rai dovrebbe guardare avanti e valorizzare i prodotti che già hanno successo, come Sanremo: "Penso che la Rai dovrebbe guardare avanti piuttosto che al passato. La Rai ha un marchio fortissimo come Sanremo ma lo usa solo 5 giorni l'anno per il Festival. Sanremo Young o Sanremo Kids possono essere una chiave, però bisogna crederci, con una striscia quotidiana, con provini diffusi, con il coinvolgimento dei social... Il primo anno di Sanremo Young è stato ottimo, il secondo meno, ma è stato fatto di corsa, senza supporto"

Nonostante la situazione non proprio piacevole, Antonella Clerici guarda sempre al lato positivo, speranzosa che da un momento difficile possa uscirne comunque qualcosa di buono: "È sempre stato così: da una crisi è nato qualcosa di bello. Vedremo"