A spasso con Daisy: Milena Vukotic ha interpretato il ruolo a teatro

Milena Vukotic ha interpretato il ruolo della protagonista di A spasso con Daisy in un nuovo spettacolo teatrale ispirato al film e al capolavoro di Alfred Uhry.

NOTIZIA di 22/11/2021

A spasso con Daisy, la pellicola vincitrice di quattro Oscar, basata sull'opera di Alfred Uhry che a sua volta ha ottenuto il Premio Pulitzer, è diventata uno spettacolo teatrale grazie alla talentosa Milena Vukotic che ha interpretato l'anziana Daisy in una storia capace di raccontare in modo divertente un tema molto complesso come quello del razzismo.

Lo spettacolo teatrale, adattato da Mario Scaletta, messo in scena da Nicasio Anzelmo ed elegantemente interpretato da Milena e da Thimoty Martin, è stato definito come "leggero e pungente, dalla regia pulita ed efficace, interpretazione magistrale che grazie a trovate semplici ma particolari confezionano una commedia leggera piena di ironia di grazia e respiro."

A spasso con Daisy
A spasso con Daisy

A proposito dello spettacolo, lo scorso maggio Milena Vukotic aveva dichiarato: "Con Maximilian Nisi porteremo in scena, da gennaio in poi, A spasso con Daisy. Si tratta di una famosa opera del premio Pulizter Alfred Uhry, da cui trent'anni fa è stato tratto l'omonimo film di Bruce Beresford, vincitore di quattro Oscar, con Morgan Freeman e Jessica Tandy. Saremo in tre, io sarò l'anziana Daisy, Timothy Martin sarà l'autista e Maximilian, anche stavolta, sarà mio figlio."

Ecco la sinossi di A spasso con Daisy, l'opera teatrale tratta dall'omonimo film e dal libro: "Daisy, anziana maestra in pensione, è una ricca signora ebrea che vuole apparire povera: ed è una donna ironica, diretta, scontrosa, capricciosa. Vitale e indipendente nonostante l'età e assolutamente maldisposta verso la decisione del figlio di assumerle un autista. Per fortuna Hoke, l'autista di colore, è paziente e capace di sopportare tutte le stranezze della vecchia signora. E giorno dopo giorno, la diffidenza iniziale lascia il posto a un rapporto fatto sì di battibecchi e battute pungenti, ma che cela in realtà un affetto profondo."