Paradise Now 2005

N/D
3.6/5
La locandina italiana di Paradise Now

Paradise Now è un film di genere Drammatico del 2005 diretto da Hany Abu-Assad con Kais Nashef e Ali Suliman. Durata: 90 min. Distribuito in Italia da Lucky Red. Paese di produzione: Francia, Germania, Olanda, Palestina.

Data di uscita
14 Ottobre 2005 (Italia)
7 Settembre 2005 (Francia)
Genere
Drammatico
Anno
2005
Regia
Hany Abu-Assad
Attori
Kais Nashef, Ali Suliman, Lubna Azabal, Hiam Abbass
Paese
Francia, Germania, Olanda, Palestina
Durata
90 Min
Distribuzione
Lucky Red

Trama

La trama di Paradise Now (2005). Due amici, nell'arco di 24 ore, fanno delle scelte che influenzeranno un futuro in cui nemmeno credono.

Recensione

Il paradiso può attendere? Tra i film in concorso al 55° Festival di Berlino, uno dei più apprezzati è finora Paradise Now del palestinese Hany Abu-Assad che racconta le ultime quarantotto ore di due kamikaze della West Bank, intenzionati a farsi esplodere a Tel Aviv. Il film comincia con il seguire una giornata tipo di Khaled e Said alle prese con il lavoro, la famiglia, l'amore, e prosegue nel mostrare l'annuncio fatto ai due giovani della missione suicida che dovranno compiere il giorno successivo e la conseguente tragica consapevolezza della propria morte imminente. Ovviamente non è possibile farne parola a …

Leggi la recensione completa di Paradise Now (4.0 stelle su 5)

Cast

Kais Nashef Kais Nashef Said
Ali Suliman Ali Suliman Khaled
Lubna Azabal Lubna Azabal Suha
Hiam Abbass Hiam Abbass Madre di Said

Vai al cast completo di Paradise Now

Curiosità e frasi celebri

Tutte le curiosità su Paradise Now e le frasi celebri: ecco le cose curiose che potrebbero esser sfuggite allo spettatore.

Date di uscita e riprese - Paradise Now è arrivato per la prima volta nelle sale italiane il 14 Ottobre 2005 (Lucky Red); la data di uscita originale è: 07 Settembre 2005 (Francia).
Le riprese del film si sono svolte in Israele e Palestina.

Ecco alcune delle location in cui è stato girato il film:

Tel Aviv, Israele
Nablus, Palestina

Specifiche tecniche - Girato in: 35 mm.
Proiettato in: 35 mm (anamorfico).
Rapporto immagine: 2,35 : 1.
Colore: a colori.
Formato audio: Dolby Digital, SDDS e DTS.
Lingua originale: arabo e inglese.

Accoglienza

Attualmente Paradise Now ha ricevuto la seguente accoglienza dal pubblico:

BOX OFFICE

Incassi in USA
1.5 milioni $

Box-office Paradise Now (2005)

Premi e nomination

I premi vinti da Paradise Now e le nomination:

Academy Awards (2006)
1 nomination, 0 premi vinti
Golden Globe Awards (2006)
1 nomination, 1 premio vinto

Altri 7 premi

Critica

Paradise Now è stato accolto dalla critica nel seguente modo: sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes il film ha ottenuto un punteggio medio del 89% sul 100%, su Metacritic ha invece ottenuto un voto di 71 su 100 mentre su Imdb il pubblico lo ha votato con 7.4 su 10

Video

Vai a tutti i video

Immagini e foto

Vai alla galleria completa

News e articoli

  • Fish & Cat e la Siria protagonisti di Middle East Now 2014

    Fish & Cat e la Siria protagonisti di Middle East Now 2014

    Dalla Siria il documentario Return to Homs di Talal Derki. Marocco, Iran e Libano per la quarta giornata del Middle East Now.

  • Hany Abu-Assad: la nostra intervista al regista di Omar e Paradise Now

    Hany Abu-Assad: la nostra intervista al regista di Omar e Paradise Now

    Il regista di Omar, presto in uscita in Italia, ci racconta le difficoltà di girare in Palestina, l'amore per la settima arte e le speranze di libertà per il suo paese in un lungo incontro fiorentino.

  • European Film Awards 2005: tutti i premiati

    European Film Awards 2005: tutti i premiati

    Cinque premi per il film Niente da nascondere di Michael Haneke, trionfatore assoluto della serata. Premio alla carriera per Sir Sean Connery.

  • Il Festival di Berlino 2005

    Il Festival di Berlino 2005

    La 55° edizione della Berlinale, partita in sordina a causa della mancanza di film di grande richiamo per il pubblico, si è fatta notare comunque un programma valido e variegato, nonchè per l'impeccabile organizzazione.

  • Recensione Paradise Now (2005)

    Recensione Paradise Now (2005)

    Il regista capisce che il problema palestinese è troppo complesso per essere rappresentato al cinema da una sola angolazione e si accontenta quindi di rappresentare la realtà.