L'ospite

2018, Drammatico

3.0
L'ospite (2018)
Genere
Drammatico, Commedia
Durata
Regista

Guido pensava di avere una vita tranquilla fino a quando, in un pomeriggio d’inverno, un imprevisto sotto alle lenzuola non arriva a turbare la sua relazione con la fidanzata Chiara. Diretti in farmacia per comprare la pillola del giorno dopo, Guido le propone di non prenderla e Chiara si trova costretta a confessare i suoi recenti dubbi sul loro rapporto. È l’inizio della crisi e Guido è presto costretto a fare le valigie e ad andarsene di casa, ma per andare dove? Incapace di stare da solo, chiede ospitalità nelle case dei genitori e degli amici più cari trovandosi a naufragare da un divano all'altro nell'insolito ruolo di testimone delle loro vite e dei loro grovigli amorosi.



Ne #Lospite #DuccioChiarini racconta con malinconica efficacia i 40enni precari nel lavoro, nella vita e nell'amore
Perché ci piace
  • E' un film sempre sussurrato, che lavora per sottrazione nelle interpretazioni e toni raccontando i 30-40enni d'oggi con efficacia e naturalezza.
  • Duccio Chiarini non forza mai la mano per far ridere nonostante tutto, ma privilegia le personalità di interpreti affiatati ed efficaci.
  • Pur brillando per garbo, L'ospite non fa sconti ai difetti dei personaggi, messi a nudo nella loro incapacità di scegliere e prendersi delle responsabilità.
Cosa non va
  • L'attenzione sulla scritta e sulla recitazione fa passare in secondo piano l'aspetto visivo, piuttosto ordinario.
  • Sarà il tema trattato, ma la malinconia imperversa a guardare questo spaccato di figure incoerenti e incapaci di fare scelte.

Le vostre recensioni


Mostra i vecchi commenti