L'ordine delle cose

2017, Drammatico

4.1
L'ordine delle cose (2017)
Genere
Drammatico
Durata
Regista
Uscita ITA

Corrado è un alto funzionario del Ministero degli Interni italiano specializzato in missioni internazionali contro l’immigrazione irregolare. Il Governo italiano lo chiama a gestire un'emergenza: i viaggi illegali dalla Libia verso l’Italia. La pressione che subisce è estrema, ma lo diventa ancor di più quando infrange una delle principali regole per chi lavora in quel campo: mai conoscere nessun migrante, considerarli solo numeri. Corrado, invece, incontra Swada, una donna somala che sta cercando di scappare dalla detenzione libica e di attraversare il mare per raggiungere il marito in Finlandia.



#LOrdineDelleCose è un film rigoroso e lucido sulla questione dei migranti che tutti dovrebbero vedere. Necessario.
Perché ci piace
  • Andrea Segre confeziona una pellicola lucida e rigorosa, ben recitata. Su tutti un ottimo Paolo Pierobon.
  • È un'opera necessaria, soprattutto in virtù del momento storico che stiamo vivendo, per combattere l'ignoranza della massa.
  • Il film spiega le dinamiche che stanno dietro alla tratta dei migranti con chiarezza.
Cosa non va
  • Guardando le tendenze del cinema italiano che incassa, questo è un film anti-commerciale. La sua complessità potrebbe avere scarso appeal nel pubblico di massa.

Le vostre recensioni


Mostra i vecchi commenti