Westworld 4, la recensione del primo episodio: Timidi segnali di ripresa

La recensione del primo episodio di Westworld 4, la serie tv HBO che torna anche in Italia su Sky e NOW, in contemporanea con la programmazione USA.

RECENSIONE di 27/06/2022
822121 6037615 8192X5464
Westworld 4: una scena della quarta stagione

Una prima stagione entusiasmante. Una seconda ugualmente intrigante, ma meno sfavillante. Una terza che sembrava aver perso la via. Con questo graduale declino in mente affrontiamo la recensione del primo episodio di Westworld 4, la serie tv HBO che arriva anche in Italia, su Sky e NOW, in contemporanea con la programmazione americana. Un ritorno che accogliamo con gioia, perché ammettiamo di aver da sempre un debole per lo show firmato da Jonathan Nolan e Lisa Joy, anche nei suoi momenti meno riusciti, ma anche con una sensazione strana, un misto di aspettative di riprese e timore che possa non riuscire a risollevarsi.

In principio era Dolores

Abbiamo seguito l'arco narrativo della Dolores di Evan Rachel Wood sin dalla prima stagione, tra alti e bassi narrativi paralleli a quelli della serie che l'ha raccontata, ma quella che troviamo all'inizio della stagione 4 di Westworld risponde invece al nome di Cristina. In che modo si lega al personaggio che abbiamo conosciuto fin qui? È uno dei misteri che la nuova stagione introduce da subito, nel presentarci questa nuova figura interpretata dall'attrice, una scrittrice che lavora per un software house ed è specializzata in personaggi secondari dei videogiochi. Una vita che non si incrocia con le altre figure già note della serie... ma non per questo è meno interessante.

822120 6025675 8192X5464
Westworld 4: Evan Rachel Wood in una scena della quarta stagione

È piuttosto la storyline più intrigante della premiere di Westworld 4, perché muove i primi passi in un nuovo mistero, un nuovo rompicapo da risolvere, e ci presenta una donna la cui vita non sembra molto diversa, in termini di libertà e vivacità, rispetto a quella che Dolores viveva nel parco. Alla sua storia è legata anche una delle annunciate new entry nel cast, la Ariana DeBose di West Side Story, e una misteriosa Torre su cui cerca risposte un'altrettanto misteriosa figura che la tormenta con chiamate anonime e incursioni nella sua vita.

Westworld 4: Ariana DeBose si unisce al cast in un ruolo ricorrente

Riprendere le fila

822120 6037614 8192X5464
Westworld 4: Ed Harris nella quarta stagione della serie

I dubbi emergono, piuttosto, per le altre storie introdotte nel primo episodio. Sembrano infatti meno incisivi, almeno per ora, i percorsi impostati per William, Caleb e Maeve, che ritroviamo così come Cristina/Dolores e fungono come lei da punto di partenza per quello che vedremo in questa quarta annualità della serie e che ci appare ancora avvolto nel mistero. Gli autori non sembrano voler scoprire le proprie carte fin da subito, e non è una novità per la serie, ma questo rappresenta un freno per il nostro entusiasmo nel momento in cui c'è una fiducia da ri-guadagnare dopo le incertezze della stagione precedente. È comunque chiaro l'intento di voler riprendere le fila del racconto e le redini di Westworld, per farla tornare a essere quel fenomeno che ci aveva conquistati al suo esordio.

Westworld 3: la recensione del finale di stagione: un'amara conclusione

In punta di piedi

822120 6003579 8192X5464
Westworld 4: una foto di scena

Quella di Westworld 4 è forse la partenza più discreta per una stagione della serie. Gli autori si muovono in punta di piedi e con passo misurato, con la sicurezza di chi sa dove sta andando e come arrivarci. Questo ci fa ben sperare per l'aspetto narrativo della serie, laddove non possiamo che avere le solite sicurezze per quanto riguarda quello meramente produttivo: anche quest'anno si nota l'investimento elevato fatto da HBO per mettere in scena le evoluzioni cerebrali degli showrunner di Westworld e la costruzioni visiva della serie si conferma di primo piano. Allo stesso modo non può non conquistarci quella che è un'altra conferma stilistica dello show: la componente musicale affidata a cover di celebri canzoni. Un'abitudine che nella terza stagione si era ridimensionata, facendo perdere identità al progetto. Nella premiere c'è una prima interessante cover e non possiamo che sperare che sia la prima di tante a seguire.

Westworld: guida alle canzoni della serie

Conclusioni

Chiudiamo la recensione del primo episodio di Westworld 4 con moderato ottimismo, perché cogliamo nella premiere della serie HBO, in Italia su Sky e NOW, segnali che ci fanno sperare in una stagione migliore della precedente. Non tutte le storyline funzionano ugualmente bene, ma il mistero che ruota attorno alla Cristina di Evan Rachel Wood sembra promettente. Questi primi segnali positivi, uniti al solito elevato production value HBO, sono bilanciati da altri elementi che ancora facciamo fatica a mettere a fuoco e ci fanno contenere nel giudizio complessivo sul primo episodio.

Movieplayer.it

3.5/5

Voto medio

4.6/5

Perché ci piace

  • La solita Evan Rachel Wood e la storia che le è stata costruita attorno dagli autori.
  • Il solito livello produttivo elevato di HBO, che porta a una buona qualità visiva.
  • La musica e una prima cover che ci fa sperare che si torni a dar più spazio a questa cifra stilistica della serie.

Cosa non va

  • Non tutte le storyline si dimostrano fin da subito interessanti e si dovrà aspettare ulteriori sviluppi per giudicarle.