The Walking Dead 10x16, recensione: si torna alla normalità?

Recensione del sedicesimo episodio della decima stagione di The Walking Dead, un (non) finale che mantiene le promesse.

RECENSIONE di 05/10/2020
Twd 1016 Jld 1113 1001 Rt
The Walking Dead 10: Norman Reedus in una scena del sedicesimo episodio

È un po' strano mettersi a scrivere questa recensione di The Walking Dead 10x16, in un periodo in cui normalmente staremmo parlando dell'episodio successivo, ossia la premiere dell'undicesima annata. E invece eccoci alle prese con la prima conseguenza degli eventi degli ultimi mesi per quanto riguarda la serie di punta della AMC: quello che doveva essere il finale di stagione ed è stato rimandato per problemi di post-produzione è ora considerato un "episodio speciale", la cui messa in onda americana è stata accompagnata dall'esordio del nuovo spin-off (disponibile in Italia su Amazon Prime Video); all'inizio del 2021 arriveranno altri sei episodi, chiamati dagli autori una sorta di stagione 10.5 (presumibilmente si tratterà di storie fuori formato per non compromettere eccessivamente la salute di cast e troupe); e infine, nell'autunno del 2021, quindi con inizio delle riprese intorno a luglio quando si presume che tutto sarà tornato come prima o quasi, debutterà la stagione 11, più lunga del solito (24 episodi anziché 16) e già designata come ciclo finale della serie.

Twd 1016 Jld 1113 1158 Rt
The Walking Dead 10: una foto di scena dell'episodio 16

Ma non si tratta di un addio in senso stretto. Certo, The Walking Dead ha ora gli episodi contati, così come The Walking Dead: World Beyond (è già confermato che lo spin-off nuovo di zecca, per volontà degli autori, avrà solo due stagioni), ma per Fear the Walking Dead non ci sono ancora annunci di chiusura (la sesta stagione debutterà nei prossimi giorni), e oltre alla già nota trilogia di film - di cui almeno uno dovrebbe uscire al cinema - con protagonista Rick Grimes è stato dichiarato anche uno show incentrato su Carol e Daryl, previsto per il 2023. Quindi se da un lato è vero che la fine si avvicina (e per quanto riguarda il fumetto originale di Robert Kirkman è già arrivata), dall'altro è una fine un po' illusoria, soprattutto per quanto riguarda almeno un dettaglio: facendoci sapere già adesso che Daryl e Carol avranno una serie tutta loro, e partendo dal presupposto che non sia un prequel (salvo sorprese), gli autori hanno già eliminato una parte della suspense per gli episodi a venire. Ed è un peccato, perché con questo finale di stagione che ufficialmente non lo è, ma tecnicamente sì, la serie si dirige verso un futuro molto promettente e solidifica il buon lavoro fatto negli ultimi due anni da Angela Kang per risollevare le sorti dello show.

The Walking Dead: World Beyond, recensione del primo episodio: l'espansione del mondo zombie

Niente più sussurri?

Twd 1016 Jld 1113 1630 Rt
The Walking Dead 10: Daryl e Negan

Alla luce di tutte le considerazioni di cui sopra, fa un po' sorridere che il titolo dell'episodio sia Una morte certa, ma è un dettaglio, perché tolto quell'elemento e qualche imprecisione a livello di effettistica e montaggio sui cui possiamo sorvolare a causa delle circostanze esterne è un episodio che fa praticamente tutto nel modo giusto: chiude le sottotrame rimaste in sospeso (il conflitto con i Sussurratori), lascia uno spiraglio di luce per quanto riguarda ciò che vedremo prossimamente (la cattura di Eugene) e, cosa divenuta più unica che rara nei finali delle gestioni precedenti, usa in modo coerente tutti i personaggi. E lo fa, ancora più a sorpresa, senza uccidere nessuno degli eroi, cosa che può lasciare un po' perplessi anche perché in cabina di regia c'è Greg Nicotero, uno che di effetti truculenti si intende. Sì, d'accordo, ci scappa il morto anche dal lato dei buoni, ma siamo lontani dalle dipartite classiche dello show, ma l'unico cadavere davvero rilevante in questa sede è quello di Beta, consumato dagli zombie dopo essere stato sconfitto da Negan (il personaggio-rivelazione di questo ciclo, che finalmente ha acquisito un senso drammaturgico). C'è Gabriel che a un certo punto se la vede brutta, e Carol che propone di sacrificarsi (ma tanto già si sapeva che non sarebbe accaduto), ma tutto sommato l'episodio si chiude su una nota positiva, lasciando intendere, almeno per ora, che i problemi del gruppo siano finiti. Tolta la situazione di Eugene, di cui sicuramente vedremo le conseguenze nella prossima stagione.

The Walking Dead 10, Lauren Cohan: "L'episodio speciale è come un regalo di Natale atteso a lungo"

Twd 1016 Jld 1113 0120 Rt
The Walking Dead 10: Daryl in un'inquietante immagine

Positivo anche il ritorno di Maggie, assente da quasi due anni e ora nuovamente parte del gruppo, con un bell'ingresso a sorpresa quando salva Gabriel. Insomma, al netto del contesto post-apocalittico, questo è forse l'episodio più gioioso della serie da diverso tempo. Anche perché, chiuso definitivamente l'arco dei Sussurratori, Angela Kang può ora concentrarsi su quello che sarà il ciclo finale dello show, fatta eccezione per quei sei capitoli speciali che vedremo nei prossimi mesi. Un ciclo finale che, alla luce di quanto visto negli ultimi mesi, si presenta come qualcosa che potrebbe effettivamente ritornare ai livelli storici dello show, dato che ora i personaggi non assecondano più le logiche della struttura narrativa ma funzionano in base alle loro caratteristiche specifiche. E se i morti del titolo continuano a camminare, la serie in sé ha smesso di arrancare, e può ora - si spera - avanzare verso un traguardo che mai come prima dà l'impressione di essere davvero meritato. Traguardo provvisorio, certo, ma si tratta pur sempre di zombie: ci aspettiamo davvero che il franchise intero muoia?

The Walking Dead 10, Lauren Cohan: "L'episodio speciale è come un regalo di Natale atteso a lungo"

Conclusioni

Con un po' di incredulità arriviamo alla fine di questa recensione di The Walking Dead 10x16. Un finale che in realtà non è più presentato come tale, che chiude la decima stagione con gusto e intelligenza, lasciando la porta aperta per un'undicesima annata - l'ultima - che potrebbe sorprendere come la serie era solita fare nei primi anni.

Movieplayer.it

3.5/5

Voto medio

3.5/5

Perché ci piace

  • Il ritorno di Maggie è gestito bene.
  • La morte di Beta è gustosissima.
  • La storyline dei Sussurratori finisce come si deve.

Cosa non va

  • Chi si aspettava qualche cadavere importante in più potrebbe rimanere deluso.