Riapertura dei cinema: dove, come e cosa vedere in sala in Italia

Guida alla riapertura dei cinema in Italia che avverrà il 26 aprile 2021: quali film possiamo vedere e come sarà tornare finalmente al cinema.

APPROFONDIMENTO di 26/04/2021
La La Land: Emma Stone e Ryan Gosling al cinema in un momento del film
La La Land: Emma Stone e Ryan Gosling al cinema in un momento del film

Non ci è mancato il cinema. Ci sono mancati i cinema. Nonostante i film siano sempre stati con noi, ammettiamo che l'astinenza da sala è ormai diventata insopportabile. Anche perché non è mai capitato di vivere per ben sei mesi senza quel rito collettivo che tanto ci manca e ci unisce come pubblico. Non staremo qui a rispolverare polemiche sulla demonizzazione della sala cinematografica nella percezione collettiva, visto che si è dimostrato spesso un luogo sicurissimo.

Vogliamo solo andare avanti, guardare oltre, verso una luce in fondo a un tunnel lunghissimo. Lo faremo con una piccola guida alla riapertura dei cinema, in cui vi racconteremo nel dettaglio le misure di sicurezza in vigore e soprattutto quali film potremo finalmente gustarci sul grande schermo. Una guida alla quale ci approcciamo con grande ottimismo ma anche con estrema cautela, visto che la paura di un'ennesima falsa ripartenza serpeggia ancora tra gli addetti ai lavori. Il che non deve smorzare il nostro entusiasmo e la nostra voglia di cinema al cinema. Perché, a dire il vero, del divano di casa nostra abbiamo davvero la nausea.

1. Dove e quando riaprono i cinema in Italia

Premessa fondamentale: i cinema (e i teatri) potranno finalmente riaprire a partire dal 26 aprile 2021 soltanto nelle regioni italiane presenti in zona gialla. Ovviamente si tratterà di una riapertura ancora parziale (purtroppo) e scaglionata, considerando che ci sono ancora alcune regioni in zona rossa e arancione. Senza dimenticare che per un esercente riavviare un intero cinema comporta dei costi sostenibili soltanto a fronte di una distribuzione cinematografica che valga quello sforzo. Oggi, infatti, riapriranno soltanto 120 sale italiane sulle 1400 presenti sul territorio nazionale. Ad esempio grandi catene come UCI e The Space Cinema hanno già dichiarato che riapriranno i battenti tra metà e fine maggio. Volendo essere ottimisti, qualora la curva epidemiologica dovesse scendere come da previsioni, è verosimile che per il 20 maggio tutta Italia possa diventare un'unica, grande zona gialla. Il che significherebbe cinema potenzialmente aperti ovunque.

2. Come torneremo in sala

E adesso addentriamoci nel dettaglio delle misure di sicurezza che verranno adottate in sala. Ovviamente torneranno sia gli ingressi contingentati (con appositi percorsi di ingresso a uscita e disinfettanti disponibili ovunque) sia l'uso obbligatorio della mascherina, che va indossata durante tutta la proiezione. Si potrà accedere in sala soltanto dopo aver prenotato il proprio posto a sedere, dopo la misurazione della temperatura corporea e nel rispetto delle distanze di sicurezza anche in platea. Gli spettatori dovranno essere tutti distanti di almeno 1 metro (sia frontalmente che lateralmente), fatta eccezione per i componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi, che potranno sedersi vicini. Per quanto riguarda la capienza, le sale potranno essere riempite al 50% delle loro possibilità, ma con una differenziazione importante tra spazi aperti e chiusi. Le sale al coperto potranno ospitare massimo 500 persone, mentre le arene potranno arrivare sino a 1000. Ancora poca chiarezza sulla consumazione di cibi e bevande durante le proiezioni, ma al momento pare che i bar dei cinema dovranno rimanere chiusi. Ovviamente, rimanendo attivo il coprifuoco a partire dalle 22, gli spettacoli serali non saranno possibili.

Nomadland dal 29 aprile al cinema e dal 30 aprile su Disney+

3. Quali film guardare nei giorni dopo la riapertura

Eccoci alla parte fondamentale della nostra guida. Quella in cui tutti noi cinefili ci chiediamo: "Bene, i cinema riaprono, ma che film potremo vedere?". Ovviamente in questa clima di cauto ottimismo le distribuzioni cinematografiche saranno graduali, e per i titoli di richiamo per il grande pubblico dovremo forse aspettare luglio, quando Fast & Furious 9 - The Fast Saga e Black Widow arriveranno finalmente in sala. Il che non significa che le sale italiane saranno prive di attrattiva e di buon cinema, anzi. La prima strategia adottata (in modo intelligente) sarà quella di cavalcare l'onda lunga della Notte degli Oscar, che si terrà proprio all'alba del giorno della riapertura. Per questo sin dal 26 aprile saranno disponibili sia Minari, film premiato con l'Oscar alla Miglior Attrice Non Protagonista, che Mank di David Fincher, che si è portato a casa due statuette alla Miglior Fotografia e alla Miglior Scenografia. Il 29 aprile sarà poi il grande giorno di Nomadland, il film trionfatore durante l'ultima notte degli Academy Awards, dove ha vinto l'Oscar al Miglior Film, alla Miglior Regia e alla Migliore Attrice Protagonista. Il film seguirà una distribuzione ibrida, arrivando sia sul catalogo di Disney Plus (a partire dal 30 aprile, senza costi aggiuntivi) che nelle sale italiane disponibili. Il 5 maggio sarà il turno di Pieces of a Woman, profondo dramma messo sulle spalle larghe di una grande Vanessa Kirby, mentre speriamo davvero tanto che il 6 maggio, giorno in cui è prevista la distribuzione in noleggio streaming dell'atteso Godzilla VS. Kong, il film del Monsterverse possa arrivare anche in sala. Perché un'opera del genere merita di essere gustata e vissuta sul grande schermo. Tra i titoli di maggior richiamo segnaliamo anche Una donna promettente (in arrivo il prossimo 13 maggio), thriller vendicativo cupo e disturbante, impreziosito da un Oscar alla Miglior Sceneggiatura originale e da una Carey Mulligan spaventosamente brava. Insomma, sappiamo che il cinema non è ancora guarito, ma noi siamo qui a fare il tifo per la sua convalescenza.

Minari, la recensione: un racconto di autentica dolcezza ad altezza bambino