Paw Patrol - Il film, la recensione: I cuccioli vanno in città… e al cinema!

La recensione di Paw Patrol - Il film: il primo lungometraggio degli amati cuccioli, al cinema dal 23 settembre, è perfetto per far passare un'ora e mezza spensierata ai bambini; i più piccoli, ma non solo.

RECENSIONE di 23/09/2021
Paw Patrol Il Film 6
Paw Patrol - Il Film: una sequenza del film d'animazione

Da quando sono papà, ho sempre visto in Paw Patrol, una serie d'animazione che dal 2013 spopola sui canali televisivi per bambini, un'ottimo compagna d'avventura per farli felici. Nella recensione di Paw Patrol - Il film, prima prova sulla lunga distanza che arriva al cinema dal 23 settembre, vi confermiamo che un prodotto come Paw Patrol è perfetto per far passare qualche ora (un'ora e mezza in questo caso) spensierata ai bambini. Dai più piccoli, com'erano i miei quando hanno iniziato a vedere le loro avventure in tv, ai più grandi, come sono ora (quasi nove e sette anni), perché la storia di questo film, più approfondita e strutturata, è in grado di avvincere anche bambini di quell'età. Paw Patrol - Il film non è una serie a cartoni animati (vi ricordate quando li chiamavamo così?) allungata, ma un vero e proprio film, con personaggi disegnati - letteralmente e a livello di carattere - in maniera nuova. Un vero e proprio action movie in miniatura. Ai bambini piacerà!

I cuccioli vanno in città

Paw Patrol Il Film 13
Paw Patrol - Il Film: una sequenza

Mentre ad Adventure Bay Ryder e la sua squadra di cuccioli da soccorso, la Paw Patrol, continua a fare quotidianamente il suo lavoro di salvataggio, arriva un messaggio dalla città. Da Adventure City arriva una richiesta di soccorso. A lanciarla è Liberty, una cagnolina randagia, una meticcia molto sveglia. La città è in pericolo perché il nuovo sindaco eletto, vanaglorioso e incompetente, la sta mettendo e ferro e fuoco con scelte assurde. E poi non ama decisamente i cagnolini, e li sta lasciando fuori da tutto. Così Raider e i suoi cuccioli (Chase, Marshall, Rubble, Zuma, Rocky e Skye) si trasferiscono ad Adventure City per risolvere la situazione. Ma Chase è in difficoltà, per una storia che riemerge dal suo passato.

Ballerina e gli altri: i 10 migliori film d'animazione degli ultimi anni

Chase e il percorso dell'eroe

Paw Patrol Il Film 16
Paw Patrol - Il Film: una scena del film

La novità più lampante di Paw Patrol - Il film è proprio questo approfondimento psicologico che, alla serie televisiva fatta di puntate molto brevi tutta azione e sorrisi, in fondo non serve. Tenere in piedi un film è diverso, e gli sceneggiatori hanno fatto la scelta giusta. L'idea di creare una backstory per il personaggio di Chase, il cane poliziotto, il leader della squadra, di farne uscire paure e debolezze, di farlo vedere in difficoltà, si inserisce nel classico schema del "percorso dell'eroe", degli ostacoli da superare per riuscire nella sua impresa. L'altro personaggio ad essere approfondito è la new entry, Liberty, cagnolina che ha un sogno, quello di conoscere i suoi eroi, di aiutarli, di fare parte della squadra. Un sogno che la porta a fare cose al di là dei suoi limiti.

Paw Patrol Il Film 11
Paw Patrol - Il Film: una sequenza del film

Prima dei titoli di testa

Paw Patrol Il Film 5
Paw Patrol - Il Film: un momento del film

Il "respiro" cinematografico del film si vede già dall'inizio. Come se fosse un film di James Bond, infatti, Paw Patrol - Il film inizia con una scena staccata dal resto della trama, prima dei titoli di testa. È un espediente che si usa per presentare i personaggi, vederli in azione nel loro tipico modo di intervento. Nel caso qualcuno ancora non conoscesse la Paw Patrol, così ha modo di farlo. Ed è una scena che introduce un altro elemento che a tratti ritroveremo nel film, la ricerca di una comicità più marcata in alcune scene. La comicità, in questo caso, nasce dal fatto che la persona soccorsa non è di Adventure Bay, non conosce la Paw Patrol, e si trova spaesata di fronte al fatto di essere soccorsa da dei cuccioli. "Paw chi?" risponde a chi gli dice che lì la squadra di soccorso è la Paw Patrol. "Un cane?" dice una volta che si vede arrivare Chase. "In realtà sono un cucciolo" risponde lui. "Un cane piccolo? Ancora peggio. Voglio una squadra vera" è l'esclamazione dell'uomo in pericolo. Ma Chase e la squadra si dimostrano all'altezza.

Non solo Pets: 10 film da non perdere per chi ama cani e gatti

Humdinger, un villain da cinecomic

Paw Patrol Il Film 10
Paw Patrol - Il Film: un'immagine

Paw Patrol - Il film è proprio costruito come un film d'azione, o un film di supereroi. Lo dimostrano l'idea di ambientare la storia in una città, Adventure City, una metropoli che si ispira chiaramente a New York, teatro tipico delle avventure di supereroi. E l'idea di contrapporre a Raider e ai cuccioli un vero villain, il sindaco Humdinger, invece di costruire i salvataggi dei cuccioli su incidenti casuali, va sempre in questa direzione. Il sindaco Humdinger è una vecchia conoscenza della serie, e di solito è un rivale del sindaco Goodway, una signora che è il primo cittadino di Adventure Bay. Nella serie animata è un tipo invidioso e un po' scorretto. Ma qui assume la statura di cattivo da cinecomic, e, per manie di grandezza e il modo di esternarle ci ricorda il Max Shreck di Christopher Walken in Batman - il ritorno.

Paw Patrol Il Film 10
Paw Patrol - Il Film: un'immagine

Tra la Batmobile e l'Aston Martin di Bond

Paw Patrol Il Film 17
Paw Patrol - Il Film: un'immagine del film animato

A proposito di Batman, occhio alla nuova macchina di Chase, corazzata e piena di gadget, a metà tra una Batmobile e una delle Aston Martin da combattimento di James Bond. Tutti i cuccioli, qui, hanno dei nuovi mezzi. E la cosa farà sicuramente felici i bambini. Il colpo di genio della serie, lo si notava appena apparsa sugli schermi, è proprio quello di mettere insieme due elementi che i bambini adorano: i cagnolini e i mezzi di trasporto, che siano automobili, camion, overcraft o elicotteri. Le evoluzioni di questi mezzi non passano inosservate ai bambini, che notano tutto.

Maledetto accalappiacani

Paw Patrol Il Film 9
Paw Patrol - Il Film: un'immagine del film

Non può mancare, ovviamente, anche il momento più dichiaratamente canino, quel pericolo dell'accalappiacani e dei canili che abbiamo imparato a conoscere già ai tempi di Lilli e il vagabondo, e che è entrato in qualche modo anche in Pets - Vita da animali. È un momento commovente, ma i creatori di Paw Patrol - Il film riescono a farlo anche molto divertente, con personaggi come il cane che si morde la coda, e una barboncina un po' snob. Nella versione originale è doppiata addirittura da Kim Kardashian, mentre un giornalista televisivo ha la voce del famoso anchorman Jimmy Kimmel.

Un film così? Non aspettavo altro

Paw Patrol Il Film 2
Paw Patrol - Il Film: una scena del film d'animazione

Paw Patrol, per il resto, evita ammiccamenti e citazioni più precise. E, in questo senso, è un film prettamente per bambini, e non una di quelle opere più stratificate, per messaggi e contenuti, costruite per piacere e conquistare anche gli adulti. Anche se, poi, un film come Paw Patrol un adulto lo vede volentieri, perché vedere divertirsi i propri bambini non ha prezzo. È un'opera lontana dagli standard altissimi delle produzioni Pixar e Dreamworks, sia per costruzione della storia che per la grafica. Eppure, c'è un notevole passo avanti nel disegno dei personaggi, intendiamo nella scrittura, cioè nei loro caratteri, ma anche nella realizzazione del disegno: il lavoro sulle texture del pelo dei cani e sulle tute, oltre che sull'ambiente, è comunque di un altro livello rispetto alla serie televisiva. I personaggi sono stati comunque ridisegnati. E, se nei cuccioli si nota di meno, su un personaggio come Ryder la differenza è notevole. È quindi un film perfetto per i bambini, che, quando gli chiederete se vogliono vedere questo film, vi risponderanno come Chase. "Non aspettavo altro".

Conclusioni

Nella recensione di Paw Patrol - Il film vi abbiamo spiegato che non è una serie a cartoni animati allungata, ma un vero e proprio film, con personaggi disegnati - letteralmente e a livello di carattere - in maniera nuova. Un vero e proprio action movie in miniatura. Ai bambini piacerà!

Movieplayer.it

3.0/5

Voto medio

5.0/5

Perché ci piace

  • L'idea di approfondire i caratteri e le backstory di personaggi come Chase.
  • L'idea di farne un action movie, un film di supereroi, con l'ambientazione in una grande città.
  • Una comicità più spiccata rispetto alla serie tv.

Cosa non va

  • Rispetto ai grandi film di Pixar e Dreamworks è meno stratificato.
  • Sostanzialmente rimane un film per bambini e non prova a coinvolgere gli adulti.