Official Competition, Penélope Cruz: "Un omaggio alla nostra professione. Abbiamo riso molto."

La conferenza di presentazione di Official Competition: Penélope Cruz, Antonio Banderas e Oscar Martínez raccontano la nuova divertente commedia firmata da Mariano Cohn e Gastón Duprat.

INTERVISTA di 05/09/2021
241568048 10160056138024752 4348378435862012749 N
La conferenza stampa di Competencia oficial a Venezia 78

COfficial Competition è la nuova divertente commedia diretta da Mariano Cohn e Gastón Duprat con protagonisti Penélope Cruz, Antonio Banderas e Oscar Martínez. Il film, presentato in anteprima a Venezia 78, porta sullo schermo i retroscena della produzione cinematografica con risultati esilaranti. Troviamo, infatti, la rinomata quanto eccentrica regista Lola Cuevas, alle prese con la gestione di due protagonisti diametralmente opposti, la star hollywoodiana Félix e l'attore di teatro Iván. Per riuscire a stabilire una connessione tra due personalità tanto diverse, Lola si inventerà una serie di eccentriche prove attoriali.

Dietro le quinte del cinema

Unnamed 1
Penélope Cruz e Antonio Banderas in una scena di Competencia oficial

"Volevamo mostrare la costruzione delle emozioni attraverso il lavoro degli attori. Questo è stato il punto di partenza della sceneggiatura" ha detto Gastón Duprat, co-regista di Official Competition, parlando della realizzazione del film durante la conferenza stampa a Venezia 78. Ha poi continuato Mariano Cohn, affermando che "l'obiettivo del film era quello di divertirci e di divertire". Dello stesso avviso anche gli attori protagonsti; per Penélope Cruz interpretare la regista Lola Cuevas "è stato molto liberatorio... noi tre avevamo un'enorme libertà concessa dai registi. Abbiamo riso molto". L'attrice spagnola ha poi definito Official Competition "un omaggio alla nostra professione". Oscar Martínez, Iván nel film, ha ricordato: "ci siamo divertiti talmente tanto che a volte dovevamo interrompere le riprese. Non è frequente, nel cinema, che ci sia una sceneggiatura basata su sequenze così lunghe". "Siamo in un periodo in cui la risata è qualcosa di sovversivo, clandestino" ha detto, invece, Antonio Banderas. "La risata è sostenuta dall'ironia e con l'ironia bisogna fare attenzione. Noi abbiamo potuto analizzare, con intelligenza, il successo, l'invidia, la competizione, le insicurezze, tutti elementi chiari all'interno del film".

Official Competition, la recensione: distruggendo la fiera della vanità

Esilaranti esercizi di preparazione

241258973 10160056138154752 4883402773357469943 N
Penélope Cruz durante la conferenza stampa di Competencia oficial

La domanda più spontanea che salta alla mente vedendo Official Competition, è quanto di vero ci sia dietro agli esercizi di preparazione che utilizzano gli attori per entrare nei propri ruoli e mostrati in maniera così enfatizzata nel film. "Gli esercizi del corpo e della voce noi li abbiamo fatti e li abbiamo sempre visti fare" dice la Cruz a riguardo "a volte ti aiutano ma devi stare attento a non invadere lo spazio degli altri. Quando ho girato Non ti muovere, ho passato settimane senza depilarmi e con i denti neri. Per questo, io rispetto le abitudini di ciascuno". Antonio Banderas, invece, ha fatto riferimento a un particolare verso emesso dal suo personaggio nel film, dicendo di aver preso spunto da un fatto realmente accaduto: "la prima volta che l'ho sentito pensavo fosse entrata una mucca nella stanza". Anche Martínez ha ricordato un aneddoto: "Una volta ho scritto un lavoro e un attore si è messo a ripassare tutta la commedia recitando con una matita in bocca. Se non arreca fastidio agli altri, ognuno è libero di avere le proprie abitudini".

Analogie con i personaggi

241513223 10160056138894752 1896109171844859093 N
Antonio Banderas alla presentazione di Competencia oficial

Se c'è una cosa di cui gli attori protagonisti sono sicuri è di non assomigliare affatto ai personaggi da loro interpretati in Official Competition. "Lola Cuervas è un po' psicopatica e selvaggia, intelligente sì, ma sciocca, non interessata a quello che pensano gli altri" ha affermato Penélope Cruz, e ha continuato: "non mi piacerebbe essere come lei, è una donna assolutamente insopportabile". A detta di Banderas, "se il mio personaggio fosse stato molto simile a me, non lo avrei interpretato. Félix è furbo e maschilista, i suoi obiettivi non sono nobili". L'attore spagnolo ha poi concluso: "Se fossimo nel film adesso direi: perché sono qui nell'angolo? Perché non sono al centro?"