Monster Hunter in 4k UHD, la recensione: una travolgente esperienza sensoriale audio-video

La recensione di Monster Hunter in 4K UHD: lo spettacolare film di Paul W.S. Anderson tratto dal videogioco arriva nell'edizione distribuita da Eagle con una resa audio-video immersiva e appagante.

RECENSIONE di 12/10/2021
Monster Hunter 1
Monster Hunter: Milla Jojovich in un'immagine

Un adrenalinico action ispirato a uno dei capitoli della serie di videogiochi Capcom, diretto da un Paul W.S. Anderson che aveva già firmato Mortal Kombat e Resident Evil, e con protagonista Milla Jovovich, non poteva che essere attesissimo dai fan del videogame. Forse il film non ha rispettato tutte le attese sul piano della qualità artistica, per la semplicità della storia e lo scarso approfondimento psicologico dei personaggi, ma come vedremo nella recensione di Monster Hunter in 4K UHD, la spettacolarità dell'opera è comunque eccellente e l'edizione nel formato top disponibile grazie a Eagle Pictures (appunto quella 4K a due dischi con all'interno anche il blu-ray) riesce a regalare un'esperienza sensoriale audio-video di quelle davvero strong, che non si scordano facilmente.

Il video 4K: quadro nitidissimo e dettaglio granitico

Monster Hunter 4K

Analizzando l'edizione Eagle di Monster Hunter, la premessa è quasi scontata ma comunque opportuna. La versione 4K UHD è decisamente migliore rispetto alla comunque ottima versione blu-ray HD presente nella confezione. Quest'ultima sfodera già una qualità al top per il formato HD sotto ogni aspetto, dal dettaglio alla compattezza. Ma la versione 4K va oltre e raggiunge i limiti del formato più performante, offrendo una visione davvero appagante, a partire dalle prime panoramiche dove è evidente ogni piccola pietra o minuscolo ciottolo.

Monster Hunter 9
Monster Hunter: Tony Jaa durante una scena

Il quadro generale è più nitido e acquista una concretezza quasi materiale, con un salto di qualità sul dettaglio più fine, che siano particolari dei primi piani, delle divise militari e soprattutto delle varie creature mostruose, ben definite in ogni loro caratteristica. All'improvviso, quello che sembrava un ottimo dettaglio sul blu-ray, diventa inesorabilmente morbido di fronte a questa visione 4K, che beneficia di maggior fluidità e naturalezza anche nelle scene più movimentate.

Monster Hunter, la recensione del film: è puro cinema videogame, fatto da specialisti

Monster Hunter 12
Monster Hunter: uno dei terrificanti mostri del film

Un croma esplosivo per brillantezza e vivacità

Monster Hunter 3
Monster Hunter: un'immagine

Se la visione è così abbagliante, è anche per merito del lavoro dell'HDR sul croma: la tavolozza è ricchissima, le sfumature più curate, i colori acquistano densità e spessore, c'è una costante sensazione di vivacità data dalla brillantezza delle tonalità, che forniscono ulteriore profondità al quadro. A beneficiarne tutti i tipi di tonalità, dalla sabbia chiara al verdastro delle uniformi, dal rosso fuoco delle esplosioni fino all'azzurro dei cieli: tutto acquista maggior realismo. A questo si aggiungono incarnati naturali e un nero profondo e compatto.

L'audio: un'esperienza travolgente e immersiva

Monster Hunter 14
Monster Hunter: un'immagine del film

Anche sul fronte audio, Monster Hunter è un'esperienza davvero travolgente. Già nel DTS HD Master Audio 5.1 italiano la resa è davvero eccellente ed esplosiva: lo spettatore è letteralmente nel mezzo di esplosioni, ruggiti e massacri, per non parlare della tempesta di sabbia che sembra invadere il salotto di pulviscolo. I terrificanti mostri fanno un bel po' di caos nelle loro apparizioni, e il tutto è riprodotto con potenza e grande spazialità. I diffusori lavorano di buona lena e restituiscono ogni dettaglio sonoro, mentre il sub bombarda con bassi davvero rilevanti per la loro devastante energia.

Monster Hunter Milla Jovovich
Monster Hunter: un primo piano di Milla Jovovich in azione

Il Dolby Atmos inglese, oltre che fornire un'ulteriore marcia in più sul piano della potenza e della dinamica, è ancora più immersivo e avvolgente, anche perché sfrutta in maniera mirabile gli effetti pure nella loro verticalità, che nelle tante scene spettacolari regalano una suggestione in più allo spettatore. La corposità della colonna sonora e la chiarezza dei dialoghi completano un reparto formidabile.

Extra sottotono: poco più di venti minuti di contributi

Monster Hunter 4
Monster Hunter: Jin Au-Yeung in una scena del film

L'edizione purtroppo è meno convincente per quanto riguarda gli extra, con solo poco più di una ventina di minuti di contributi. La prima featurette è I cacciatori di mostri (8'), con una panoramica dei personaggi presenti nel film e del cast scelto per interpretarli. A seguire Per i giocatori: il gioco sullo schermo (7'), che racconta la passione del regista per il franchise, la vicenda sui diritti e inoltre la creazione di costumi e scenografie adatte all'occasione, nonché la trasposizione dei mostri dal videogioco al film. Si prosegue con Arsenale mostruoso (5') sulle tante armi che appaiono nel gioco e nel film, per chiudere con due Scene eliminate (3' e mezzo in tutto).

Conclusioni

Per completare questa recensione di Monster Hunter in 4K UHD, non possiamo che concludere che il film di Paul W.S. Anderson, tralasciando le perplessità sul piano artistico, offre un quadro audio-video di enorme impatto e grande spettacolarità, che l’edizione targata Eagle riesce a esaltare nella maniera più suggestiva per lo spettatore. Il quale si ritroverà immerso in un’esperienza sensoriale travolgente.

Movieplayer.it

4.0/5

Perché ci piace

  • Il video 4K offre un dettaglio granitico in ogni circostanza.
  • Il quadro è sempre fluido e il croma davvero esplosivo.
  • L’audio travolgente va a completare una grande esperienza sensoriale.

Cosa non va

  • Gli extra sono troppo pochi.