Facebook

House of the Dragon: nozze insanguinate, nozze fortunate nel quinto episodio

Il quinto episodio di House of the Dragon ci porta a parlare dei matrimoni nella tradizione del Trono di Spade: l'amore spesso non vince, ma vincono gli interessi politici e soprattutto la brutalità.

Know what is the right thing to be done - But lack stays the hand - Love is a damn full

House Of The Dragon House Velaryon
House of the Dragon: una scena della serie

Se si nominano i matrimoni nel vasto, complesso e stratificato mondo creato da George R.R. Martin, prima trasposto nel Trono di Spade e ora in House of the Dragon, non si può non pensare subito alle Nozze Rosse, diventate una vera e propria istituzione prima di scrittura, poi visiva, poi meme, gif e quant'altro. Una pagina di storia della tv. La brutalità che ha sempre contraddistinto la società patriarcale di Westeros ha raggiunto l'apice proprio nella puntata dedicata al matrimonio più insanguinato della storia (il nono episodio, caratteristico di sconvolgimenti vari, della terza stagione della serie madre). Quando nella quinta puntata dello spin-off, in esclusiva su Sky Atlantic e in streaming solo su NOW in contemporanea assoluta con gli Stati Uniti, si parla di un matrimonio imminente, non si può quindi che andare in iperventilazione e avere una genuina preoccupazione per i personaggi e per quanto potrebbe accadere. Che cosa sarà mai successo alle nozze di Rhaneyra e Laenor?

N.B.: L'articolo potrebbe contenere spoiler sul quinto episodio di House of the Dragon.

Love is a damn full

House Of The Dragon Milly Alcock Theo Nate
House of the Dragon: Milly Alcock e Theo Nate nel quinto episodio della serie

Che si tratti delle celeberrime Nozze Rosse o di qualche altra unione avvenuta nei libri di George R.R. Martin prima e nella serie in onda per otto stagioni sulla HBO dopo, l'epilogo di solito è tutt'altro che felice e pieno di speranza per il nuovo capitolo nelle vite dei due sposi. Non saranno ovviamente nuove Nozze Rosse ad attraversare i personaggi in questa quinta puntata di House of The Dragon. Però l'atmosfera è quella e reitera in modo interessante alcune tematiche viste ne Il Trono di Spade. Rhaenyra (Milly Alcock) e Laenor (Theo Nate) fanno una sorta di patto pre-matrimoniale dopo l'unione voluta dalle rispettive famiglie - i Targaryen e i Velaryon, le più antiche Casate del continente occidentale e simbolo di potere da una parte per i draghi e il controllo sui cieli, dall'altra per l'immensa flotta a disposizione e il controllo dei mari.

House Of The Dragon Milly Alcock Fabien Frankel
House of the Dragon: una scena della serie

Questo in modo che la suddetta unione convenga a entrambi, visto che vi sono costretti. Rhaenyra dopo quanto accaduto nel quarto episodio con Ser Criston (Fabien Frankel), vorrebbe tenerlo vicino a sé, mentre Laenor è innamorato dell'amico d'infanzia e scudiero Joffrey Lonmouth‎ (Solly McLeod). Un "triangolo" che ricorda quello tra Lady Margaery Tyrell, Renly Batatheon e il Cavaliere di Fiori ne Il trono di spade: purtroppo le relazioni LGBT non sono destinate a finire bene nel mondo di George R.R. Martin e questa potrebbe non fare eccezione. Il loro patto è volto a poter fare quello che vogliono della propria vita sessuale e sentimentale, pur adempiendo ai doveri per il Regno e per il Trono, agli occhi della corte e di comune accordo.

House of the Dragon: perché è lo spin-off ma anche il remake de Il Trono di Spade

Giuramenti

House Of The Dragon Milly Alcock Theo Nate 2
House of the Dragon: Milly Alcock e Theo Nate in una scena del quinto della serie

Già avevano avuto spazio nella storia finora in House of the Dragon, ma i Velaryon, la nuova Casata protagonista delle storie di Westeros, acquista ancora più importanza e conosciamo meglio i suoi membri in questo quinto episodio. Si tratta di un'altra unione voluta dai rispettivi genitori di reciproco vantaggio, per salvaguardare l'eredità al Trono di Rhaenyra dopo il figlio maschio nato con Alicent e data la sempre presente incursione di Daemon (Matt Smith), che ha sposato la propria prostituta ricordando quanto fece Tyrion Lannister, anche se in quel caso era per amore. Qui sembra a metà strada tra ripicca e voler creare scompiglio a corte. I matrimoni nel mondo di Martin si muovono sempre in un territorio di chiaroscuri tra interessi personali, amore, attrazione e mire politiche. La "regina che non è mai stata" Rhaneys (Eve Best) ha utilizzato la propria unione con Corlys (Steve Toussaint), Lord di Driftmark, dopo aver "perso" l'eredità al Trono contro il cugino Viserys (Paddy Considine), forgiandolo d'amore e rispetto reciproco. Corlys, dal canto suo, ha potuto ottenere un posto nel Concilio Ristretto e una sorta di controllo politico su Approdo del Re.

House Of The Dragon Paddy Considine Eve Best Steve Touissant
House of the Dragon: una scena della serie

Entrambi però sono vergognati e perplessi sulle attitudini sessuali del figlio Laenor, confermando la società medievale e patriarcale in cui sono cresciuti e vivono. Lo stesso - unione politica divenuta amore - è accaduto all'unione tra Viserys e sua cugina Aemma, morta di parto dando il via alle vicende di questo spin-off. Il secondo matrimonio del Re con la giovanissima Alicent, migliore amica di Rhaneyra, è stato guidato dall'interesse del Primo Cavaliere del Re per poi diventare anche, in parte, affetto reciproco. Ci sono poi i giuramenti di cuore: quello di Rhaenyra a Ser Criston, che andando a letto con lei è venuto meno al proprio giuramento di cavaliere, e rispetto a lei che è pur sempre una principessa, rischia di venire esiliato. E la promessa d'amore fatta da Laenor a Joffrey: purtroppo sappiamo che nel mondo di Westeros raramente l'amore vince.

House of the Dragon come The Crown: bisogna sottostare alla Corona