Ecco le bellissime Iconic Moments Steelbook: uno sguardo da vicino a Interstellar e Ben Hur

Finalmente uscita in esclusiva su Amazon e DVDstore la collana da collezione voluta da Warner Bros per festeggiare i 95 anni della Major: 13 capolavori del cinema con nuove cover metalliche raffiguranti stupende immagini iconiche. Ne abbiamo ammirate due da vicino e...

RECENSIONE di 05/05/2018

Eccole. Adesso sono arrivate e sono davvero bellissime. Sono le Steelbook ideate da Warner Bros. per celebrare il suo 95° anniversario: si tratta di una speciale collezione limitata di 13 titoli selezionati tra alcuni dei più grandi capolavori della storia cinematografica, che appunto sono stati pubblicati in un'edizione Blu-ray steelbook in esclusiva su Amazon.it e DVD-store.it. La collection si chiama Iconic Moments Steelbook e ripercorre i momenti più iconici della storia del cinema. Grazie a Warner, abbiamo potuto toccare con mano due di queste bellissime steelbook, ovvero quella del kolossal biblico Ben Hur e quella del capolavoro di fantascienza Interstellar diretto da Christopher Nolan.

images/2018/03/29/iconic.jpg

Ma come detto, questi sono solamente due dei 13 titoli che rientrano nella speciale collezione. Ci sono l'adattamento della graphic novel 300, il gangster movie ambientato negli anni '50 Quei bravi ragazzi, cult movie degli anni '80 come I Goonies e Gremlins, e poi ancora Steven Spielberg con L'impero del sole, il cult sci-fi Matrix, l'umorismo della black comedy Mars Attacks!, e poi ancora tre filmoni firmati da sua maestà Stanely Kubrick, ovvero Shining, Arancia meccanica e Full Metal Jacket. Senza dimenticare un altro grande successo di Christopher Nolan ovvero Inception. Insomma una collana di grandi titoli che spaziano tutti i generi, da collezionare e sfoggiare grazie a una grafica minimale e accattivante.

Bellissime immagini iconiche sul metallo lucente della Steelbook

images/2018/05/04/interhur.jpg

Come detto, quello che caratterizza questa nuova speciale collezione limitata, oltre alla prestigiosa confezione metallica, è una nuova locandina raffigurata sulla cover di ogni blu-ray, rappresentata da una bellissima immagine iconica. Nel caso di Ben Hur e Interstellar che come detto abbiamo potuto ammirare da vicino, curiosamente le icone hanno una vaga rassomiglianza, pur così distanti nel tempo, una richiamando un remoto passato e l'altra un lontano futuro. Ecco quindi che la ruota della biga ritratta su un fondale arancione, inevitabilmente richiama la forma circolare dell'astronave del film di Nolan in volo su un fondo blu scuro. Ad accomunare le due icone, oltre alla bellezza e immediatezza delle immagini, la lucentezza brillante del metallo che rende ancora più prestigiose le steelbook.

images/2018/05/04/interstellar.jpg

Interstellar: magnificenza audio-video ed extra strepitosi

Interstellar: Matthew McConaughey in una scena del film con Anne Hathaway e David Oyelowo
Interstellar: Matthew McConaughey in una scena del film con Anne Hathaway e David Oyelowo

Poi, ovviamente, all'interno delle confezioni metalliche, non va dimenticata la cosa più preziosa, ovvero il blu-ray con il film. Nel caso di Interstellar, c'è la soddisfazione di veder replicata, dal punto di vista tecnico, la sontuosa edizione blu-ray già uscita, con all'interno due dischi per dare tutto il giusto spazio a un film così lungo (quasi tre ore), separandolo dalla montagna di contenuti speciali, ai quali è stato riservato un disco apposito. Il video, con i suoi frequenti cambi di formato. è fedele al girato originale, un misto di vari tipi di riprese, principalmente Imax in formato 1.78:1 e le parti in 35 mm in formato 2.39:1. Le parti in Imax sono sbalorditive per nitidezza, chirurgia del dettaglio e profondità dell'immagine, con un nero solidissimo e un quadro cristallino. Le scene in 35 mm sono diverse, ma nel loro genere ottime per la sensazione cinematografica che trasuda dal quadro, con una grana leggerissima e naturale. Qualche morbidezza in più sul fronte del dettaglio e qualche scena più pastosa è pienamente spiegabile con la fotografia, come del resto qualche sfocatura è dovuta soprattutto alle scelte ottiche.

Interstellar: Anne Hathaway impegnata in un recupero in mare in una scena del film
Interstellar: Anne Hathaway impegnata in un recupero in mare in una scena del film

Per quanto riguarda l'audio, nella traccia italiana bisogna accontentarsi di un dolby digital 5.1, peraltro ottimo e pienamente adeguato a portare lo spettatore nello spazio e avvolgerlo da ogni tipo di suoni ben dislocati. Notevoli aanche la potenza, l'impatto complessivo e la cura per i piccoli particolari, abbinati a un sub muscolare e piacevolmente energico. Tutto da gustare il momento dell'entrata nel buco nero, come i rumori sinistri all'interno dell'astronave. Per il resto venti furiosi, tempeste di polvere e volare di detriti sono riprodotti con grande precisione, anche se a tratti la musica di Hans Zimmer appare troppo predominante su tutto, a volte anche sui dialoghi. Caratteristica che emerge in maniera ancora più evidente nella formidabile traccia originale in DTS HD Master Audio 7.1, superiore negli altri parametri.

Come detto, resta anche il secondo disco dedicato agli extra con quasi tre ore di materiale. Si parte con The Science of Interstellar (50 minuti), nel quale Matthew McConaughey e lo scienziato Kip Thorne analizzano gli elementi più scientifici del film. Poi c'è Inside Interstellar, un panorama su tutti gli argomenti del film, diviso in 14 parti (totale 110 minuti) nel quale si trattano origini del progetto, le riprese Imax, le location, le riprese con la polvere, i robot e i loro design, la musica, la progettazione delle tute spaziali, il veicolo Endurance, le riprese dei pianeti alieni effettuate in Islanda, i veicoli utilizzati, i modellini impiegati, la simulazione dell'assenza di gravità, le teorie scientifiche, le scene più spettacolari e infine la speranza che il film possa essere fonte di ispirazione per le future generazioni. Davvero un gran pacchetto di extra.

La Iconic Moments Steelbook di Interstellar su Amazon

images/2018/05/04/ben_hur.jpg

Ben Hur: un video folgorante ma extra deludenti

E passiamo a Ben Hur, dove possiamo registrare la stessa magnificenza tecnica, ma anche la delusione di non poter assaporare tutti i contenuti speciali della Collector's Edition uscita nel 2011. Qui infatti troviamo solamente due blu-ray per le due parti del film, scelta doverosa per un film di tre ore e mezza, per evitare qualsiasi problema di compressione. Ma non c'è quel terzo disco dell'edizione 2011 pieno di extra. Il video è favoloso e beneficia del lungo e laborioso restauro effettuato per portarlo in alta definizione nella miglior maniera possibile. I risultati sono spettacolari e il video è davvero incantevole e mozzafiato, soprattutto pensando che si tratta di un film di cinquanta anni fa. Presentato nello spettacolare formato originale (2.75:1), il quadro presenta un dettaglio incredibile in ogni circostanza, anche nei campi lunghi e perfino nelle scene più scure, con una pulizia cristallina e colori perfettamente saturi (il rosso è splendido) per risaltare al massimo il technicolor. Come detto la definizione è sempre di tale livello, anche nelle circostanze sulla carta più ostiche come le scene poco illuminate, che risultano più evidenti anche alcuni trucchi dell'epoca. Un video con i fiocchi, la dimostrazione che si può ottenere il massimo anche da film così datati,

Una scena di Ben Hur
Una scena di Ben Hur

Per quanto riguarda l'audio, il dolby digital multicanale italiano deve inchinarsi alla traccia originale, portata a un DTS-HD Master Audio decisamente spettacolare per dinamica, spazialità e resa dei bassi. Però la nostra traccia fa comunque la sua figura, anche se paga un po' il peso degli anni e non ha la fragranza di quelle più recenti: però anche in questo caso la pulizia è buona, non ci sono fruscii di fondo e la resa dei dialoghi è chiara, con un'armoniosa e calda resa della potente colonna sonora. Non solo, nelle scene di azione, su tutte la spettacolare corsa delle bighe, si registra un adeguato supporto degli altri diffusori, con un asse posteriore attivo. Deludenti come detto gli extra: troviamo solamente la traccia isolata della colonna sonora di Miklós Rózsa   che aveva vinto l'Oscar, il trailer e il commento audio di Gene Hatcher e Charlton Heston, che però non è sottotitolato.

La Iconic Moments Steelbook di Ben Hur su Amazon