Diavoli 1x05 e 1x06, la recensione: La discesa agli inferi di Massimo Ruggero e quella dell’Italia

La recensione degli episodi 5 e 6 di Diavoli: nella serie Sky la situazione tra Massimo e Dominic precipita, così come quella dell'Italia, coinvolta nella definizione di paesi "PIIGS"; ma è anche il momento delle donne.

RECENSIONE di 01/05/2020
Thedevils 5           1897 00399
Diavoli: Alessandro Borghi e Patrick Dempsey nel quinto episodio

"Si dice che Lucifero, il più splendente degli angeli, fosse il prediletto da Dio". La recensione di Diavoli, episodi 1x05 e 1x06, il thriller finanziario internazionale targato Sky Original in onda ogni venerdì alle 21.15 su Sky Atlantic e in streaming su NOW TV, inizia ancora con le parole di Alessandro Borghi, nei panni eleganti di Massimo Ruggero, la voce narrante della storia. "Eppure quando seppe che Lucifero ebbe trasgredito alle sue regole, non ebbe pietà". Il quinto e il sesto episodio di Diavoli raccontano questo, la storia di qualcuno che rompe le regole, passa il limite, e provoca l'ira di chi lo ama e crede in lui. E che a questo punto non ha pietà, e lo fa precipitare agli inferi. Parliamo di Massimo e Dominic, i duellanti della serie tratta dal romanzo di Guido Maria Brera. Una discesa agli inferi può essere la perdita della propria posizione nell'azienda, cioè il proprio posto nel mondo. Ma anche la caduta in depressione per la perdita di un figlio, o della propria moglie. E ancora, il declassamento di un paese nei rating economici internazionali, e la conseguente messa alla gogna. È accaduto anche all'Italia. E questi episodi di Diavoli parlano anche un po' di noi.

La trama: storie di perdite e di informazioni

Devils 5                              4271 02336
Diavoli: Alessandro Borghi e Patrick Dempsey nel quinto episodio della serie Sky

L'episodio 5 viaggia più volte avanti e indietro nel tempo. Nina (Kasia Smutniak), mentre sta portando in gita i figli di Ed Stuart, si ricorda di quando suo figlio era piccolo. E, sia nei suoi ricordi che in quelli di Massimo (Alessandro Borghi), torniamo indietro nel tempo, ai drammatici momenti della morte del figlio di Dominic (Patrick Dempsey) e Nina. Ma vediamo anche Massimo e la moglie Carrie, quando erano giovani e felici, e nel momento in cui inizia la loro fine, a una festa a casa di Dominic. Nell'episodio 6 il cerchio si stringe attorno a Oliver Harris (Malachi Kirby), che ha hackerato il sistema della New York London, la banca in cui lavora. Massimo e il suo team sono coinvolti, e Massimo ne pagherà le conseguenze. Nel frattempo si avvicina ulteriormente a Sofia Flores (Laia Costa): ma lo fa per lei, o per entrare in contatto con Subterranea, l'organizzazione di Daniel Duval (Lars Mikkelsen), che, con le sue informazioni, può aiutarlo a mettere fuori gioco Dominic?

Diavoli, Alessandro BorghI: "Siamo quelli che mantengono l'ordine in un momento di caos"

Diavoli episodio 5: il momento del dolore

Thedevils 5           2007 00471
Diavoli: Alessandro Borghi insieme a Patrick Dempsey in una scena del quinto episodio

L'episodio 5 è quello dei dolori. La perdita del figlio per Dominic e Nina. La rottura tra Alessandro e Carrie. Sono perdite di tipo diverso, ma pur sempre perdite. E il legame tra Nina e Massimo arriva proprio da qui, da un diverso senso del dolore che si fa comune denominatore. Arrivato al quinto episodio, Diavoli prende per un attimo fiato, rallenta il ritmo spasmodico dei primi episodi, si prende il tempo di guardarsi indietro e guardarsi dentro. È questo quello che fanno i personaggi. È anche il momento di rompere con le atmosfere fredde della City londinese per spostarsi in campagna, su scogliere a picco sul mare. Il verde dei prati e l'azzurro dell'acqua diventano preponderanti, così come le luci calde del sole. È una fuga dalla città che ci permette di capire qualcosa in più dei personaggi.

Thedevils 5           2628 00908
Diavoli: una scena del quinto episodio

Diavoli e la Storia recente: ricordate quando l'Italia era tra i "PIIGS"?

Devils 6                           2398 00163 2
Diavoli: Alessandro Borghi con Pia Mechler e Paul Chowdhry in una scena del sesto episodio

Nell'episodio 6 continua l'aggancio tra finzione e realtà, tra le trame all'interno della New York London e la finanza mondiale. Ricordate quando alcuni paesi con i conti non a posto in Europa furono definiti PIIGS? Erano Portogallo, Irlanda, Italia, Grecia e Spagna, ma quella sigla, nata unendo le iniziali dei paesi in questione, suonava come "pigs", cioè porci, maiali. Nella storia di Diavoli si immagina che questa nomea, che avrebbe dato il via a una serie di illazioni e conseguenze piuttosto pesanti, sia nata da un brainstorming all'interno della NYL. A far nascere la cosa sarebbe stata un'intuizione di Oliver Harris, il piccolo genio di cui vi abbiamo parlato nella recensione degli episodi 3 e 4. Le grandi manovre nei palazzi di vetro della finanza ricadono nella vita reale, è questa la tesi di Diavoli. Ma stavolta, per la prima volta da quando è iniziata la serie Sky, sentiamo che il discorso ci riguarda più da vicino. E la sensazione è di quelle che non lasciano indifferenti.

Diavoli 1x01 e 1x02, la recensione: se Wall Street incontra House Of Cards

Kasia Smutniak: Nina, segreti e dolori

Thedevils 2 9425 00589Ritbis
Diavoli: Kasia Smutniak nel secondo episodio della serie

Gli episodi 5 e 6, soprattutto il primo dei due, sono quelli delle donne, destinate ad essere schiacciate in quel mondo maschile che è la finanza. Così nella nostra carrellata settimanale tra gli attori protagonisti della serie, è la volta di parlare di Kasia Smutniak. La sua Nina è il trait d'union tra Dominic e Massimo. È un fattore che in qualche modo li unisce, ma in fondo li divide (e nell'episodio 5 ne sapremo molto di più). Kasia Smutniak, calata perfettamente nel ruolo, è una presenza sobria, dolente. Sul suo volto non c'è mai un filo di trucco, mai, o quasi, un sorriso. La sua bocca è quasi sempre chiusa, serrata. E non fa niente per nascondere quelle lievi increspature ai lati degli occhi. Kasia Smutniak attraversa Diavoli con un contegno e una misura notevoli. La osservi, la scruti. E poi ti viene in mente che nella sua vita ha sofferto di un lutto gravissimo. E allora pensi che probabilmente abbia portato molto del suo vissuto nel suo personaggio.

Thedevils 5           3251 01252
Diavoli: Sallie Harmsen in una scena del quinto episodio

Sallie Harmsen: Carrie, things they change my friend

Devils 1                8683 01229
Diavoli: Sallie Harmsen nel primo episodio

Anche il nostro racconto dei personaggi secondari oggi è al femminile. L'episodio 5 è tutto incentrato su Carrie, l'ex moglie di Massimo, interpretata da Sallie Harmsen. In una puntata che è tutta costruita su una serie di flashback, veniamo a sapere finalmente quello che è successo davvero tra lei e Massimo. "Io e te ci amiamo come vasi comunicanti. Quando tu ti riempi io mi vuoto" è la frase che dice a Massimo. Carrie è un'outsider, un'artista, uno spirito libero e sincero, e non sembra esserci posto per lei nel mondo dove sta entrando Massimo, quello dell'alta finanza, rigido e paludato. E lascerà Massimo perché crede che per lui sia meglio stare vicino a Dominic, cioè a quel mondo, alla sua carriera. Sallie Harmsen è una bellezza sfuggente come il suo personaggio, una di quelle persone sempre diverse ogni volta che le guardi. A volte sembra avere il volto di una giovane Kelly McGillis. La bocca è grande e il sorriso è irresistibile, le poche volte che la vediamo sorridere. Gli occhi neri sono grandi, buoni. E tristi. "Carrie, things they change my friend", diceva la canzone degli Europe. "Carrie, le cose cambiano amica mia". E tra lei e Massimo le cose sono cambiate, forse troppo in fretta.

Diavoli: Alessandro Borghi e Patrick Dempsey sono gli squali della finanza nella serie Sky Original

Movimenti di macchina veloci

Devils 6                           2330 00095
Diavoli: Alessandro Borghi e Patrick Dempsey nel sesto episodio della serie Sky

Arrivati al sesto episodio di Diavoli sentiamo che la storia sta per entrare nel vivo. Dopo una partenza a razzo, e un episodio più contemplativo e di riflessione, il ritmo torna a salire nell'episodio 6 con un finale che è spy-story e thriller, con appuntamenti segreti e inseguimenti. Diavoli mantiene alta la tensione e l'attenzione nello spettatore. La partita a due tra Massimo e Dominic è diventata una partita a tre, perché c'è anche Daniel Duval. Per non parlare della polizia. Quanto agli interni della banca, la macchina da presa lavora con movimenti veloci, un montaggio serrato, per raccontare la velocità di pensiero con cui si prendono le decisioni. E la velocità con cui si eseguono. Guardate quei tocchi delle dita sui tasti del computer, quando si tratta di fare acquisti o vendite. Più che tocchi sono colpi pesanti, come colpi d'accetta pronti a far crollare banche, Paesi, e vite.

Conclusioni

Arrivati alla fine della recensione di Diavoli, episodi 1x05 e 1x06, vi confermiamo che la storia sta per entrare nel vivo. Dopo una partenza a razzo, e un episodio più contemplativo e di riflessione, il ritmo torna a salire nell'episodio 6 con un finale che è spy-story e thriller, con appuntamenti segreti e inseguimenti. Diavoli mantiene alta la tensione e l'attenzione nello spettatore. E, attraverso la storia dei paesi PIIGS, stavolta riguarda da vicino anche l'Italia.

Movieplayer.it

3.5/5

Voto medio

3.1/5

Perché ci piace

  • La serie è estremamente avvincente: la tensione e la suspense sono sempre altissime.
  • Patrick Dempsey e Alessandro BorghI: personaggi ambigui e sfaccettati.
  • L'idea di portare nel racconto momenti di vita reale, di Storia recente.

Cosa non va

  • Alcuni passaggi e alcuni termini tecnici di economia, anche se ben spiegati, potrebbero risultare un po' ostici.