Big Little Lies 2, la recensione degli episodi 2x01 e 2x02: la verità è un urlo

La recensione di Big Little Lies 2, episodi 2x01 e 2x02: la serie HBO torna a scavare nei segreti della borghesia americana con lo stesso tatto di due anni fa.

RECENSIONE di 18/06/2019
Big Little Lies Piccole Grandi Bugie Stagione 2 11
Big Little Lies - Piccole grandi bugie: le protagoniste in una foto della seconda stagione

La tempesta è passata. Il mostro dalla faccia angelica che stuprava e picchiava è stato ucciso, ammazzato da cinque donne unite da una solidale empatia umana prima che femminile. Le cinque di Monterey si godono la spiaggia, il sole, un po' di spensieratezza. Un idillio pronto a diventare subito mistero quando notiamo che le nostre cinque complici sono spiate da qualcuno. Apriamo questa recensione di Big Little Lies 2, episodi 2x01 e 2x02 citando la straniante chiusura della scorsa stagione, un punto e virgola che non ci aspettavamo perché la prima stagione della sorprendente serie HBO (senza dubbio tra le migliori viste nel 2017) non chiedeva un seguito.

Grazie a un finale che chiudeva alla perfezione il cerchio attorno a una storia di violenza (inflitta e autoinflitta), Big Little Lies aveva la compattezza di un film lungo 7 ore. Un film in cui il montaggio raffinato e la regia delicata di Jean-Marc Vallée ci hanno preso per mano e condotto tra i segreti, le bugie e le vite patinate dell'alta borghesia americana. Case da sogno, brave mogli e mariti irreprensibili cadevano a pezzi, distruggendo qualsiasi idea di perfezione. Non sazia del successo di critica e pubblico, Big Little Lies torna con una seconda stagione dedicata alle inevitabili conseguenze di quella notte, di quell'omicidio travestito da festa in maschera. Perché anche gli episodi 2x01 e 2x02 ci confermano che sono proprio le maschere il tema principale della serie. Big Little Lies si conferma abile nel sollevare i tappeti sotto i quali i personaggi nascondo tutta la loro polvere: traumi, nostalgie, parole non dette e trattenute in gola.

Big Little Lies Piccole Grandi Bugie Stagione 2 5
Big Little Lies - Piccole grandi bugie: Laura Dern, Zoë Kravitz, Shailene Woodley, Reese Witherspoon, Nicole Kidman, una scena della seconda stagione

Senza toccare le vette della prima stagione (nella messa in scena e nella scrittura che risulta leggermente più ripetitiva), Big Little Lies 2 ci ha dato una strana sensazione. Da una parte quella di essere accolti in una comunità ormai familiare, tra donne di cui sentivamo la mancanze e di cui vorremmo sapere di più. Dall'altra la consapevolezza che saremo costretti ancora una volta a scavare nei tormenti e nel dolore. Il paradiso infernale della HBO è tornato.

Big Little Lies 2x01 - Cosa hanno fatto? E come stanno?

Big Little Lies Piccole Grandi Bugie Stagione 2 7
Big Little Lies - Piccole grandi bugie: una scena della seconda stagione

"Sei felice che sia morto?". Jane, la donna che fu stuprata da Perry, fa questa domanda semplice e scomoda a sua moglie, vedova di un marito che aveva avuto la forza di lasciare. Celeste risponde con un lapidario: "È complicato". Sì, Big Little Lies - Piccole grandi bugie è complicato, anzi, è complesso. Perché la sua trama è nitida, ma i suoi personaggi non lo sono affatto. Le sue donne non lo sono. E ci piacciono proprio per questo. Come cinque dita della stessa mano, ritroviamo Madeline, Celeste, Jane, Bonnie e Renata unite, strette nello stesso indicibile segreto. Cosa hanno fatto? si apre qualche mese dopo la morte di Perry per mostrarci in che maniera le cinque donne hanno reagito a quella notte e sono tornate a vivere la propria quotidianità. In un clima cittadino non privo di sospetti e dicerie, c'è chi respira di nuovo (Jane), chi sembra tornata alla vita di prima come se nulla fosse (Madeline e Renata) e chi proprio non riesce ad andare avanti e oltre. Se Bonnie, ovvero la vera assassina di Perry, sembra essersi chiusa a riccio, come in preda a un senso di colpa sempre più insopportabile, la reazione più inaspettata ce l'ha proprio Celeste.

Big Little Lies Piccole Grandi Bugie Stagione 2 9
Big Little Lies - Piccole grandi bugie: Meryl Streep e Nicole Kidman durante una scena

In bilico tra liberazione e nostalgia, Celeste alterna incubi notturni a momenti in cui si accorge di essere ancora vittima del suo carnefice, ancora avvinghiata a quella relazione di malata dipendenza con suo marito. Vedova di quel possesso verso cui prova sia nausea che malinconia, Celeste, ora, ha una persona al suo fianco. Ovvero il personaggio-chiave di questa seconda stagione, colei che sembra voler sollevare un polverone pur di arrivare alla verità: sua suocera Mary Louise. La tenace madre di una sempre sontuosa Meryl Streep è una mosca bianca dalle parti di Monterey, una che dice le cose come stanno, senza mezzee misure. Così capiamo subito che per Mary Louise i conti di quella notte in cui suo figlio è morto non contano affatto. Capiamo che Mary Louise diventa subito il simbolo di quello che tutte le donne di Big Little Lies dovrebbero fare: urlare, gridarsi in faccia quella cosa chiamata verità.

Big Little Lies 2x02: Mamme della verità

Big Little Lies Piccole Grandi Bugie Stagione 2 1
Big Little Lies - Piccole grandi bugie: le protagoniste in una foto della seconda stagione

Big Little Lies ha un co-protagonista discreto e silenzioso, nonostante sia enorme: il mare. Specchio degli stati d'animo dei personaggi, la marea si alza, ci avverte che le menzogne verranno presto a galla. E non è un caso che nel secondo episodio, intitolato Cuori rivelatori, di verità ne emergono molte. Renata scopre che il suo amato marito è truffatore (e che forse era più innamorata del loro tenore di vita che di lui), tutti scoprono che Perry è il vero padre di Ziggy, il tradimento di Madeline arriva alle orecchie di suo marito. La serie, finalmente, mette alle strette le sue donne, sempre più sole nei loro drammi familiari di mogli, madri e figlie. E lo fa distruggendo ogni rassicurazione. Celeste e le altre per troppo tempo hanno finto di non vedere il marcio, il brutto che avevano attorno e dentro di loro. Scoperchiando le bugie più pericolose, ovvero quelle che diciamo a noi stessi, Big Little Lies trova in due inedite figure materne (Mary Louise e la madre di Bonnie) le paladine della sincerità. Senza peli sulla lingua, queste madri insegnano alle loro figlie a guardare in faccia la realtà. A scavare nei propri errori e nei propri orrori per distruggere il teatrino di cui erano prime attrici. E allora, quella cinque dita della stessa mano diventano subito uno schiaffo salvifico. Smettere di sabotarsi da sole è forse l'unico modo per diventare libere. Imperfette ma libere. Ed è così che Big Little Lies si dimostra allergico a tutte le bugie che si porta addosso. Nel titolo e negli occhi delle sue donne (e dei suoi uomini) finalmente nudi davanti allo specchio.

Conclusioni

Abbiamo scritto questa recensione di Big Little Lies 2, episodi 2x01 e 2x02, con un po’ timore. La paura era quella di una seconda stagione forzata e non necessaria. Dopo quel finale perfetto, però, ci siamo trovati davanti alle inevitabili conseguenze dell’omicidio di Perry, un trauma esploso in modo diverso nelle vite delle cinque donne che si sono unite contro quel mostro. Nonostante una regia e un montaggio non raffinati come quelli della prima stagione, Big Little Lies affonda il colpo nel dramma, nel trauma e nelle bugie che ci raccontiamo. Il tutto grazie a un cast sempre ispirato, impreziosito dalla nobile presenza di una sontuosa (e spietata) Meryl Streep.

Movieplayer.it

3.5/5

Perché ci piace

  • La presenza di ripercussioni del tutto inaspettate, come la reazione ambigua di Celeste.
  • Il clima di sospetto costante che si respira durante la visione.
  • L'entrata in scena di una Meryl Streep sempre sontuosa.

Cosa non va

  • La regia e il montaggio non toccano affatto le vette della prima stagione, risultando più canonici.