Zoe Kravitz rimpiange le critiche a Will Smith: "Un periodo terribile per avere un'opinione o delle idee"

L'attrice Zoe Kravitz ha svelato che le reazioni alla sua critica allo schiaffo dato da Will Smith sul palco degli Oscar le hanno fatto cambiare idea sui social.

NOTIZIA di 16/08/2022

Zoe Kravitz ha svelato che rimpiange di aver condiviso la propria opinione riguardante lo schiaffo dato da Will Smith a Chris Rock sul palco degli Oscar 2022.
L'attrice, intervistata da The Wall Street Journal ha infatti parlato di quanto accaduto dopo che ha condiviso un post su Instagram in cui accennava all'incidente avvenuto durante la cerimonia.

La foto che ritraeva Zoë Kravitz sul red carpet era stata accompagnata dalla didascalia: "Ecco una foto del mio vestito allo show dove ora apparentemente si aggrediscono le persone sul palco".
L'attrice aveva poi risposto a un commento ribadendo che non approvava le azioni compiute da Will Smith.

L'interprete di Catwoman in The Batman ha ora dichiarato: "Sono combattuta su cosa dire ora, perché si pensa semplicemente che debba parlarne. Ho dei sentimenti davvero complicati in proposito. Avrei voluto gestire la situazione in modo diverso. E va bene".
Le tante critiche ricevute l'hanno quindi portata a cambiare idea sui social media: "Si tratta di un periodo spaventoso per avere un'opinione o dire la cosa sbagliata, fare dell'arte controversa, o condividere le proprie dichiarazioni o i propri pensieri, o qualsiasi cosa. Prevalentemente è spaventoso perché l'arte si basa sulla conversazione. Quello dovrebbe, secondo me, essere sempre il punto. Internet è il contrario della conversazione. Internet è sulle persone che buttano fuori le cose, ma non accolgono nulla".

Zoe ha sottolineato: "Mi ha ricordato che sono un'artista. Essere un'artista non vuol dire che tutti devono amarti o pensano che tu sia fantastica. Si tratta di esprimere qualcosa che si spera dia il via a una conversazione o ispiri le persone, facendole sentire viste, notate. Penso di essere attualmente in una situazione in cui non voglio esprimermi tramite una didascalia o un tweet. Voglio esprimermi attraverso l'arte".