Zack Snyder: "Non posso girare La fonte meravigliosa, la nazione è troppo divisa"

Il regista Zack Snyder ha raccontato perché non può attualmente girare La fonte meravigliosa, adattamento del romanzo di Ayn Rand.

NOTIZIA di 17/03/2021

Zack Snyder avrebbe dovuto realizzare un film tratto dal romanzo La fonte meravigliosa, scritto da Ayn Rand, ma il regista ha svelato perché, almeno per ora, non inizierà il lavoro sul set.
Il filmmaker, durante la promozione della sua versione di Justice League, ha parlato dei suoi progetti futuri dopo Army of the Dead, che verrà distribuito prossimamente su Netflix.

Zack Snyder, intervistato da The New York Times, ha raccontato: "The Fountainhead è attualmente in secondo piano e non so come si potrà realizzare quel film, almeno non attualmente". Il regista ha sottolineato: "Abbiamo bisogno di una nazione meno divisa e di un governo un po' più liberale per girare quel film, in modo che le persone non reagiscano in un certo modo".
Snyder ha infatti ammesso che la reazione alla storia, considerando la situazione politica, non sarebbe quella giusta: "Ma vedremo cosa accadrà. Non ho fretta".

Tra le pagine del romanzo La fonte meravigliosa, pubblicato per la prima volta nel 1943 e già diventato in passato un film, si racconta la storia di Howard Roark, un architetto che si oppone ai compromessi imposti da un establishment architettonico che rifiuta l'innovazione. La scrittrice aveva delineato il protagonista per incarnare l'uomo ideale e la convinzione che l'individualismo sia superiore al collettivismo. Roark va infatti contro la preoccupazione di essere stimato e sostenuto dagli altri, preferendo avere una propria visione del mondo.