Facebook

Venezia 2022: a Stefania Sandrelli il Premio Pietro Bianchi

Stefania Sandrelli ritirerà il premio Pietro Bianchi nel corso della Mostra di Venezia 2022, dove presenterà il film Acqua e anice, opera prima di Corrado Ceron.

Va a Stefania Sandrelli il Premio Pietro Bianchi 2022, il riconoscimento che i Giornalisti Cinematografici Italiani (Sngci) assegnano tradizionalmente al Lido, quest'anno per la 45.ma edizione, ad una personalità del cinema italiano.

Una grande famiglia 2 - Stefania Sandrelli nei panni di Eleonora
Una grande famiglia 2 - Stefania Sandrelli nei panni di Eleonora

D'intesa con la Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica, il Bianchi è un omaggio ad una delle nostre attrici più amate, icona della migliore commedia italiana, che continua a conquistare il pubblico con semplicità, grande passione e con la freschezza evergreen del suo talento. Il Premio celebra i suoi primi sessant'anni d'amore con il cinema nel suo ritorno alla Mostra con Acqua e anice, opera prima di Corrado Ceron, evento speciale alle Giornate degli Autori.

Leone d'oro alla carriera a Venezia nel 2005, Stefania Sandrelli ha ricevuto dai Giornalisti Cinematografici ben sette Nastri d'Argento fra i quali anche un Nastro d'onore e il Nastro d'oro alla carriera. E' stata infatti premiata per le sue interpretazioni in La terrazza e La cena di Ettore Scola, Mignon è partita di Francesca Archibugi, L'ultimo bacio di Gabriele Muccino, La prima cosa bella di Paolo Virzì.

"Sono molto felice e profondamente onorata di ricevere questo Premio così prestigioso dai Giornalisti Cinematografici, una categoria tanto importante per il nostro lavoro che mi ha sempre seguito con attenzione e con un affetto da me totalmente ricambiato. Un grande attestato di stima e amicizia reciproca che dura negli anni e di cui sono molto grata alla Presidente Laura Delli Colli, al Direttivo del Sindacato che lo assegna e a tutti i Giornalisti Cinematografici" ha sottolineato commossa la Sandrelli.

Stefania Sandrelli: "Noi attrici pagate meno dei colleghi maschi? E' umiliante"

Acqua e anice di Corrado Ceron è prodotto Nicola Fedrigoni e Valentina Zanella per K+ in collaborazione con Rai Cinema, con il sostegno di Regione Emilia-Romagna e con il supporto di Emilia-Romagna Film Commission, Comune di Comacchio, Parco Delta del Po, SIFÀ. Il film verrà presentato come evento speciale alle Giornate degli Autori l'8 settembre e uscirà nelle sale italiane con Fandango dal 29 settembre. Opera prima di Ceron, il film è un "road movie da balera" che racconta la storia di Olimpia - interpretata dalla Sandrelli - leggenda del liscio che a 70 anni suonati decide di ritornare in pista. Un film che si trasforma in un coraggioso inno alla libertà di scegliere come essere felici, oltre l'età e le convenzioni.