Troppi squilli di cellulari a teatro e Raoul Bova non esce a salutare il pubblico

Messa in scena movimentata di Due al Metropolitan di Catania. I cellulari continuano a squillare spingendo anche il produttore dello spettacolo a intervenire.

La replica della pièce teatrale Due al Teatro Metropolitan di Catania è stata più tormentata del previsto. Lo spettacolo che vede in scena Raoul Bova e Chiara Francini è stato disturbato da ripetuti squilli di cellulari che gli spettatori si erano rifiutati di spegnere facendo irritare Raoul Bova.

Tanto erano fastidiosi gli squilli da costringere il produttore dello spettacolo a salire sul palco durante una pausa minacciando il pubblico: "Al prossimo telefonino che sentiamo squillare in sala, interrompiamo lo spettacolo". Niente da fare. Alla ripresa dello spettacolo l'ennesimo squillo: il monologo di Chiara Francini è stato disturbato dai suoni tanto che Raoul Bova, palesemente contrariato, è uscito di scena lasciando la collega da sola a scrutare dietro le quinte per capire cosa fare.

Dopo le proteste degli spettatori incolpevoli, il sipario si è riaperto per gli ultimi 10 minuti di spettacolo, ma alla fine Bova, scuro in volto, è uscito una volta sola accompagnando la Francini per mano a ricevere gli applausi per poi non rientrare più in scena, a differenza di quanto previsto.

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Troppi squilli di cellulari a teatro e Raoul Bova...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Scusate se esisto!: backstage esclusivo del film con Bova e Cortellesi
Toni Servillo sgrida uno spettatore che usa il cellulare durante uno spettacolo teatrale