The Idol è tratto da una storia vera?

The Idol, il film palestinese del 2015 diretto da Hany Abu-Assad, selezionato per l'Oscar al miglior film in lingua straniera, è tratto da una storia vera?

NOTIZIA di 13/04/2021

The Idol, un film palestinese del 2015 diretto da Hany Abu-Assad e selezionato per l'Oscar al miglior film in lingua straniera, è tratto da una storia vera, quella di Mohammed Assaf, il giovane palestinese che scappò dalla Striscia di Gaza per vincere il talent show Arab Idol.

The Idol: un'immagine tratta dal film
The Idol: un'immagine tratta dal film

Assaf ha sempre avuto una voce semplicemente eccezionale e sin da una tenera età, assieme alla sorella maggiore Nour e ad alcuni amici, era solito cantare per le strade, alle feste e ai matrimoni. Dopo questi anni vissuti nella spensieratezza sua sorella muore per un'insufficienza renale non curata a causa della povertà della famiglia.

Mohammed non riesce ad accettare la morte di Nour e, spezzato in due a causa del dolore, inizia a vivere la sua vita senza la sua compagna fedele, la musica, messa definitivamente da parte anche a causa del fatto che la guerra ha colpito la sua città natale.

The Idol: una scena del film
The Idol: una scena del film

Dodici anni dopo, Mohammed, ormai ventiduenne, è uno studente universitario e lavora come tassista al fine di riuscire a provvedere a se stesso, vorrebbe ricominciare a cantare ma non può immaginare di farlo senza prima aver abbandonato per sempre Gaza, ormai ridotta a un cumulo di macerie dalle bombe israeliane.

Assaf decide che la sua unica speranza è partecipare al famoso talent show "Arab Idol" che si registra a Il Cairo, in Egitto, e grazie ad una serie di circostanze fortunate raggiunge la sua destinazione dopo un viaggio difficilissimo durato due giorni.

The Idol: una scena tratta dal film
The Idol: una scena tratta dal film

Mohammed riesce a salire sul palco e conquista tutti cantando il tarab, l'evocativo canto tradizionale arabo: il ragazzo vince diventando una stella della musica a livello internazionale e, cosa ben più importante, in seguito all'uscita di The Idol, il simbolo della speranza per milioni di palestinesi in tutto il mondo.