Terry Crews rivela: "Io molestato sessualmente da un celebre produttore di Hollywood"

L'attore è stato oggetto di pesanti molestie di fronte alla moglie e specifica che "Harvey Weinstein non è il solo a comportarsi così".

Lo scandalo sessuale che ha coinvolto Harvey Weinstein è ormai un fiume in piena. Decine e decine di attrici, da Angelina Jolie a Gwyneth Paltrow, da Asia Argento a Heather Graham, hanno raccontato di aver subito pesanti avances o assalti sessuali dal mogul di Hollywood. Adesso è un uomo a farsi avanti raccontando la sua esperienza.

Terry Crews, star della serie Brooklyn Nine-Nine, ha raccontato in una serie di tweet di aver subito molestie sessuali da un "executive di Hollywood di alto livello" che ha ha tastato le sue parti intime di fronte alla moglie dell'attore.

Crews racconta di aver pensato di reagire con violenza, ma poi ha capito che la storia sarebbe stata data in pasto ai media come gossip. "'Un uomo nero di 240 libbre riempie di botte un Boss di Hollywood' sarebbe stato il titolo il giorno dopo" ha twittato l'attore aggiungendo che il produttore il cui nome non viene rivelato lo ha chiamato il giorno dopo per scusarsi e lui ha deciso di non rivelare l'assalto subito per non essere ostracizzato.

L'attore ha specificato che Hollywood non è l'unica industria in cui i predatori la passano liscia. "Comprendo le persone che finora non hanno trovato la forza di denunciare. Ma Harvey Weinstein non è il solo a comportarsi in questo modo" ha twittato Crews aggiungendo: "Spero che la mia confessione, insieme a quelle delle donne molestate che si sono decide a parlare, aiuti le vittime di abusi sessuali a trovare la forza di denunciare le violenze".

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Terry Crews rivela: "Io molestato sessualmente da...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Asia Argento: "Harvey Weinstein ha violentato anche me"
Harvey Weinstein: le reazioni di Rose McGowan, Lena Dunham e Asia Argento dopo le scuse del produttore