Rai Movie chiude, Alessandro Borghi: "Non ha alcun senso"

Rai Movie chiuderà prossimamente e Alessandro Borghi ha espresso pubblicamente le sue perplessità nei confronti della scelta presa dalla Rai.

NOTIZIA di 15/04/2019

Alessandro Borghi, via Twitter, è intervenuto per sostenere chi chiede venga annullata la chiusura di Rai Movie, scelta annunciata pochi giorni fa e già molto criticata e discussa online.
La notizia della scelta presa dalla Rai viene considerata da innumerevoli persone incomprensibile e il messaggio dell'attore sottolinea i motivi per cui gli amanti del cinema stanno protestando.

Il messaggio di Alessandro Borghi riporta: "Stamattina ho chiesto ad una persona, a cui voglio molto bene, di spiegarmi la situazione #Raimovie. Lei mi ha mandato questo messaggio, e non credo ci sia bisogno di aggiungere altro. Non ha alcun senso chiudere Rai Movie. Usiamo la testa per favore. Ogni tanto. Grazie".
I punti riportati dalla persona che è stata interpellata dalla star del cinema italiano sono quattro. Il primo ribadisce che Rai Movie e Rai Premium hanno un costo di 1 milione di euro, ma ne fa incassare 36 in pubblicità. Il canale, inoltre, è l'unico non a pagamento completamente gratuito e in grado di raggiungere ogni tipo di pubblico, con un'offerta di circa 5150 film ogni anno.
Un altro elemento che non piace in nessun modo agli spettatori è la scelta di creare un canale "femminile", annuncio che è stato considerato antiquato e completamente distante dalla realtà contemporanea, dove le divisioni di genere nell'ambito delle preferenze cinematografiche e televisive risultano assurde e persino poco rispettose.

La mobilitazione online, tramite una petizione, continua dopo essere partita a pochissime ore dalla cancellazione di Rai Movie, ed è rivolta direttamente all'ad Rai Fabrizio Salini.
Le migliaia di persone che hanno già aderito hanno sottoscritto la richiesta sostenendo: "Increduli e incapaci di capire le illogiche politiche dei vertici Rai, chiediamo a gran voce un dietrofront degli stessi".

Rai Movie chiude: addio al canale dedicato interamente al cinema