Noemi è dimagrita: il metodo Tabata, la dieta e le foto a confronto

Noemi si presenta a Sanremo in splendida forma, la cantante è dimagrita è sfoggia un fisico asciutto grazie anche al cosiddetto metodo Tabata: ecco di cosa si tratta.

NOTIZIA di 02/03/2021

Sul palco di Sanremo 2021 ci sarà anche Noemi, che apparirà molto dimagrita e con un look diverso rispetto a quello di qualche edizione fa: negli ultimi mesi la cantante ha acquisito una forma smagliante ed un fisico invidiabile. Tutto grazie al metodo Tabata, che permette al fisico di bruciare i grassi. Ecco come ha fatto.

Noemi prima e dopo: le foto

La scorsa primavera, in piena emergenza sanitaria, Noemi iniziò ad allenarsi col metodo Tabata grazie al quale in estate è riuscita a sfoggiare un fisico invidiabil. Scorrendo le foto sul profilo Instagram dell'artista la differenza tra il prima e dopo è evidente. Ecco Naomi a febbraio 2019 e nel 2020, ad agosto.

Il Metodo Tabata

Izumi Tabata
Il metodo Tabata

Dopo aver fatto diversi tentativi, Noemi ha rinunciato alle diete flash, quelle che ti fanno perdere peso solo per poche settimane. La cantante oggi è una grande sostenitrice del Metodo Tabata, ideato negli anni '90 da uno studioso giapponese, il dottor Izumi Tabata. La personal Trainer Paola Miretta ha spiegato a Io Donna che "Un Tabata dura circa 4 minuti complessivi Il circuito prevede quindi 20 secondi on e 10 secondi off. Il suo obiettivo è quello di accelerare il metabolismo" specificando "Seppur faticoso, ha il vantaggio di essere molto breve, ma lo svantaggio di non essere adatto ai neofiti. Prevede di solito l'uso di sovraccarichi e di esercizi globali. Per questa ragione, chi approccia questo metodo deve avere già un livello di fitness medio alto".

L'esperta ci ha tenuto a precisare che il Metodo Tabata, conosciuto anche come Guerrilla Cardio, non ha recuperi completi: "i 10 secondi previsti non sono sufficienti per un corpo poco allenato. Si avvale, inoltre, di esercizi ad alto coinvolgimento muscolare, solitamente total body, che richiedono una grande coordinazione. Nonostante la fatica le persone sono motivate e incentivate dall'alta intensità che produce un rush di endorfine, note come ormoni della felicità". Il consiglio è quello di affidarsi a un medico o un personal trainer per capire quale allenamento si deve seguire in base alla propria forma fisica.

Su Instagram la cantante ha scritto che oltre a questo ha affiancato lunghe sessioni di yoga: "Meditare oggi mi sta aiutando moltissimo, soprattutto a trovare quel momento di silenzio vero che serve. Quel silenzio attraverso il quale riusciamo a centrarci e ritrovare noi stessi per poi capire come ricostruire quello che ci circonda", ha scritto sui social.

La dieta

Sanremo 2012 - Arisa, Noemi e Emma Marrone sulla cover di Sorrisi
Sanremo 2012 - Arisa, Noemi e Emma Marrone sulla cover di Sorrisi

Nonostante questo, il Metodo Tabata da solo non è sufficiente a perdere peso e ha riacquistare forma, come ha raccontato a Vanity Fair Monica Germani, la nutrizionista di Noemi: "Se non c'è un cambiamento interiore, la dieta non fa effetto. Noemi è stata subito una paziente ideale perché si è lasciata guidare senza focalizzarsi solo sull'aspetto estetico. Ha curato il corpo rispettando madre natura, si è presa il giusto tempo, prima ha rivalutato le sue forme e poi ha rivisto anche il suo approccio al cibo".

La dottoressa a Vanity Fair ha voluto sottolineare che Noemi oggi ha una nuova educazione alimentare. La sua perdita di peso è la conseguenza del controllo della qualità e delle associazioni di cibo "Adesso sa mangiarsi hamburger e patatine in serenità e sa come bilanciare durante il pasto successivo, riducendo il carico di grassi, carboidrati e cucinandosi magari un uovo alla pizzaiola che è tutt'altro che triste, ma controllato dal punto di vista calorico. Noemi ha acquisito delle abitudini che la rendono libera. Liberarsi dal peso psicologico della dieta è fondamentale per mantenere il risultato a lungo".