Il buono, il brutto, il cattivo: stasera su Rai Movie il film con Clint Eastwood

Stasera su Rai Movie, alle 21:10, va in onda Il buono, il brutto, il cattivo, con Clint Eastwood, Eli Wallach e Lee van Cleef.

NOTIZIA di 21/09/2020

Stasera su Rai Movie alle 21:10 si conclude la "trilogia del dollaro" con Il buono, il brutto, il cattivo, uno dei film più famosi di Sergio Leone, datato 1966, e considerato un caposaldo dell'intero genere western.

Per non ripetere lo schema dei due film precedenti, Sergio Leone porta i protagonisti a tre e ricostituisce la coppia d'oro di Per qualche dollaro in più, Clint Eastwood e Lee Van Cleef. A loro si aggiunge Eli Wallach con il personaggio di Tuco Ramirez, considerato da molti critici come il più riuscito e meglio delineato del trio.

Eli Wallach ne Il buono, il brutto e il cattivo
Eli Wallach ne Il buono, il brutto e il cattivo

Mentre divampa la Guerra di Secessione, tre uomini privi di scrupoli e di ideali vivono ai margini della legalità: Tuco "il brutto" (Eli Wallach), "il buono" senza nome (Clint Eastwood), che per Tuco diventerà "il biondo" e Sentenza "il cattivo" (Lee Van Cleef). Sentenza è da tempo sulle tracce di una grande quantità d'oro nascosta al sicuro dal temibile Bill Carson dentro una tomba. Per uno scherzo del destino, però, è il buono a scoprire quale sia il nome scritto sulla tomba e il brutto a individuarne l'ubicazione... Ciascuno di loro cerca di mettere le mani sul prezioso tesoro, ma la guerra infuria e li costringerà a cambiare in parte i loro piani.

Buono Brutto Cattivo Sergio Leone
Una scena da Il buono, il brutto, il cattivo

Leggenda vuole che Il buono, il brutto, il cattivo non sarebbe mai esistito se Sergio Leone non si fosse in fondo scoperto un po' simile ai suoi protagonisti: a dare la maestosa conclusione alla trilogia del dollaro, fu, ironia nel nome, la promessa, per il regista, di una somma di denaro così alta che gli avrebbe consentito di vivere di rendita per il resto dei suoi giorni.
Nacque così Il buono, il brutto, il cattivo, pellicola osannata dalla critica (pur con qualche riserva per il ritmo), amata dal pubblico, riconosciuta oggi come uno dei capolavori non solo dello "spaghetti western" ma dell'intero genere, senza restrizioni geografiche.
Tanto che i produttori e lo sceneggiatore, Luciano Vincenzoni, cercarono di realizzare immediatamente un sequel, a cui però Sergio Leone si oppose strenuamente: era forse già nata l'idea di C'era una volta il West?