Glow 3: Geena Davis quasi nuda a 63 anni in una scena memorabile della serie Netflix

Glow 3 ha regalato al pubblico uno dei momenti più memorabili di tutta la serie grazie a una Geena Davis quasi nuda che a 63 anni ha sfoggiato un fisico mozzafiato.

NOTIZIA di 13/08/2019

Geena Davis ha regalato a GLOW 3 e a tutto il suo pubblico una scena epica quando si è presentata quasi nuda sul palcoscenico, coperta solo a tratti da un vecchio costume di piume da showgirl.

Per chi non ha visto la terza stagione della serie Netflix si tratta naturalmente di spoiler , chi invece si è imbattuto nell'episodio 3x09, I Libertini, avrà sicuramente già capito di cosa stiamo parlando: il momento memorabile in cui la Davis, a 63 anni suonati, ha mostrato un corpo mozzafiato avvolta in un costume bianco e oro di piume e cristalli. Il personaggio che è stata chiamata a interpretare nella nuova stagione (qui la nostra recensione di Glow 3), infatti, Sandy Devereaux St. Clair, è un'ex showgirl diventata ora donna d'affari a Las Vegas.

Glow Stagione 3 2
Glow: Geena Davis, Chris Lowell in un'immagine della terza stagione

Quando Geena Davis ha saputo che lustrini e palcoscenico erano nel passato della sua Sandy, ha chiesto espressamente alle creatrici dello show di poter avere il suo momento da showgirl con "ferri del mestiere" ormai in soffitta. "Ho detto loro "per favore, trovate un modo per farmi indossare un vecchio costume da showgirl!" e il mio desiderio è stato esaudito". Trovare il costume adatto, però, non è stato affatto semplice: "Avevano scaffali pieni di costumi e ne ho provati molti. La cosa divertente erano questi enormi copricapi, per riuscire a indossarli dovevo rimanere in ginocchio. Non riuscivo nemmeno a guardare quei vestiti interamente nello specchio, quindi per capire qual era il mio aspetto in scena ho dovuto aspettare di vedere la puntata in questione! Ma quando ho visto l'abito bianco ho capito che sarebbe stato lui il prescelto".

Come Geena Davis ha raccontato, pur di indossarlo ha dovuto vincere la ritrosia dei costumisti di GLOW. Il motivo? "Era troppo grande e pesante. Un addetto ai costumi a un certo punto ha detto "Ne abbiamo uno bianco ma è enorme, nessuno potrebbe indossarlo". Quando l'ho visto ho capito che era lui il prescelto, e ad ogni prova costume continuavo a chiedere "dov'è quell'abito bianco?". Loro continuavano a ripetere "è troppo pesante, è molto, molto pesante. Devi stare attenta alla postura perchè potrebbe farti oscillare e perderesti l'equilibrio. Ma io l'ho adorato, avrei potuto indossarlo per giorni e giorni".

L'apparizione della Davis con un fisico perfetto in quell'enorme costume bianco non è stata una sorpresa solo per il pubblico da casa, perchè sul set la diva ha insistito con Phil Abraham, regista dell'episodio, affinchè non rivelasse a nessuno la sua presenza nella scena del club (chi ha visto I Libertini sa che Sandy ha deciso di esibirsi nella serata organizzata a sostegno della comunità LGBT). "Le persone che sono state assunte come comparse ma anche i membri del cast principale, nessuno di loro sapeva della mia presenza in quella scena. Hanno girato tutto al primo ciak, nessuno ha urlato il mio nome, tutti erano come impazziti per la sorpresa. Io non vedevo l'ora di uscire, che le ragazze mi vedessero con quel fantastico costume ed è stato fantastico. Siamo stati in grado di cogliere una vera reazione da cinema!".

La terza stagione di Glow, insieme alle due precedenti, è attualmente disponibile su Netflix.