Fabrizio Corona ricoverato dopo le immagini shock su Instagram in cui era ricoperto di sangue

Fabrizio Corona è stato ricoverato a Milano dopo le immagini shock, pubblicate su Instagram e poi rimosse, in cui era ricoperto del suo stesso sangue.

NOTIZIA di 11/03/2021

Fabrizio Corona è stato ricoverato a Milano dopo la pubblicazione delle immagini in cui appariva ricoperto del suo stesso sangue, per essersi inflitto delle ferite sulle braccia in segno di protesta. Contro cosa? Contro la decisione dei giudici di farlo tornare in carcere.

Fabrizio Corona è stato trasportato dall'ambulanza all'ospedale Niguarda di Milano, dove è stato ricoverato nel reparto di psichiatria. In questo momento sarebbe piantonato dai poliziotti del carcere di Opera, dove l'ex agente dei fotografi sarà trasferito quando le sue condizioni psicofisiche gli permetteranno di lasciare l'ospedale.
Cosa ha scatenato tutto? Il tribunale di Sorveglianza di Milano ha revocato il differimento pena in detenzione domiciliare per Fabrizio Corona. La notizia gli è stata data dal suo legale Ivano Chiesa che parlando con i giornalisti ha detto: "appena glielo ho comunicato, si è ferito ai polsi".
Subito dopo l'ex agente dei fotografi ha pubblicato su Instagram la foto del suo volto insanguinato, nella caption si leggeva: "adesso vi faccio vedere come si combatte INGIUSTIZIA...pronto a dare la mia vita in questo paese ingiusto". La foto poco dopo è scomparsa dal profilo di Corona, non sappiamo se sia stata censurata da Instagram o cancellata da qualcuno dello staff di Fabrizio.

Corona, una volta sceso in strada, ha rotto il finestrino dell'ambulanza arrivata per trasportarlo in ospedale. Il mezzo apparteneva all'associazione Croce Maria Bambina, che poco dopo ha emesso un comunicato attraverso i suoi legali "a fronte di quanto accaduto Croce Maria Bambina si riserva ogni e più opportuna azione giudiziaria, sottolineando come la violenza sia da condannare sempre, a maggior ragione quando è rivolta verso un mezzo di soccorso ed i volontari che vi operano a bordo".

Nelle storie di Instagram di Corona sono documentate alcune scene in cui l'uomo urla contro gli uomini del 118 "che cosa fate qui". Poco dopo Corona inveisce contro i poliziotti chiedendo che gli restituiscano il telefonino e dopo appare steso a terra mentre le forze dell'ordine lo stanno per ammanettare.
La richiesta di revocare il differimento pena in detenzione domiciliare per Fabrizio Corona era stata avanzata dal sostituto PG ai giudici per continue violazioni dell'ex agente dei fotografi alle prescrizioni, queste prevedevano il divieto di partecipare a programmi televisivi e l'uso dei social network.