Evan Rachel Wood parla della sua bisessualità: "Da ragazza ero attratta dalle donne"

La star di Westworld, ricevendo un importante riconoscimento, ha parlato della sua esperienza personale sperando che sia di aiuto a chi affronta la stessa situazione.

Evan Rachel Wood a Venezia 2011 per presentare Le idi di Marzo

Evan Rachel Wood, ricevendo il premio Human Rights Campaign Visibility Award, ha parlato apertamente della sua bisessualità.
La star è stata sposata per due anni con Jamie Bell, con cui ha avuto un figlio, ed è attualmente fidanzata con il musicista Zach Villa, suo partner nel duo musicale Rebel and a Basketcase, ma ha ammesso di essere sempre stata attratta dalle donne, fin da quando aveva 12 anni: "Pensavo che le donne fossero bellissime. Ma visto che ero nata in un certo modo non ho mai smesso di pensare che fosse strano o qualcosa da temere".

Quando era una teenager, Evan è stata inoltre influenzata da discorsi ricchi di odio rivolti da chi le stava intorno nei confronti di chi era omosessuale. I suoi sentimenti contrastanti, inoltre, le causavano ancora più confusione: "Pensavo che anche gli uomini fossero meravigliosi".

La Wood ha deciso di condividere la sua esperienza per aiutare altre persone come lei: "Ho registrato un video in cui parlavo del mio percorso di autoconsapevolezza, dei rapporti negativi, dei tentativi di suicidio e finalmente della mia scelta di ammettere i miei sentimenti".

La star ha sottolineato: "Alcune persone pensano che gli artisti non dovrebbero parlare". Evan ha quindi citato Nina Simone: "Ho scelto di riflettere il periodo e le situazioni in cui mi trovo".

Ecco la testimonianza dell'attrice:

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Evan Rachel Wood parla della sua bisessualità:...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Westworld: la folle compilation dubsmash di Evan Rachel Wood e il cast
Westworld, per Evan Rachel Wood "le olimpiadi della recitazione" tra Hopkins e le mosche