Enrico Montesano risponde a Selvaggia Lucarelli sul Covid e insulta Frank Matano

Enrico Montesano ha deciso di rispondere al tweet di Selvaggia Lucarelli sul Covid attraverso un lunga diretta Facebook, in cui ha anche criticato Frank Matano e la Rai.

NOTIZIA di 29/07/2021

Enrico Montesano ha risposto, attraverso una lunga diretta Facebook, al tweet di stamattina postato da Selvaggia Lucarelli in cui la giornalista l'ha accusato di aver contratto il covid, di essere stato ricoverato e di aver taciuto riguardo l'intera vicenda.

L'attore e regista italiano ha rivelato di aver letto le parole di Selvaggia e si è detto pronto ad agire per vie legali: "In un tweet la signora Lucarelli afferma cose assolutamente false sul mio conto. Mi riservo di agire nelle sedi opportune a tutela della mia persona."

Enrico Montesano, Selvaggia Lucarelli svela: "Ha avuto il Covid ed è stato ricoverato"

Montesano, sempre durante la diretta, ha anche attaccato pubblicamente Frank Matano e la Rai: "C'è uno che fa la giuria in una piccola trasmissione, non so come si chiama, ha iniziato facendo gli scherzi al telefono. Un cretino di successo, non voglio neanche nominarlo. Deve prima imparare a ballare, cantare, recitare, fare le imitazioni, inventarsi dei personaggi e fare 52 anni di carriera come me, più di 60 film e 10 commedie musicali. Si deve sciacquare la bocca quando parla di me, io sono un attore, non sono un comico. Lui invece è un cretino, un imbecille di successo, con i 24 denti di porcellana, l'occhio da imbecille e la faccia da ebete. Ride sempre perché è un ebete."

"Questo genio compreso, sta sempre dappertutto, è uno stolto di mezzo. Imparasse a fare il tip tap sulle scalette come ho fatto io, quando in teatro venivano 1.500 persone." Ha continuato Enrico. "Era un'altra epoca, un pubblico migliore, non rovinato da 30 anni di queste televisioni private. La Rai, per non perdere ascolti, è andata appresso a questa gente facendo delle cagate immonde. Ora tutti i leccaculo del potere parlano, pontificano, fanno le loro trasmissioni, i loro talk show e ci rompono le scatole".