Brendan Fraser: "Il presidente della Hollywood Foreign Press Association mi ha molestato"

L'attore ha rivelato che un gesto inaspettato e inaproppriato l'ha portato a vivere un periodo di depressione.

NOTIZIA di 22/02/2018

Brendan Fraser, in un'intervista rilasciata a GQ, ha rivelato di essere rimasto traumatizzato dopo essere stato toccato in modo inappropriato nel 2003 da Philip Berk, in quegli anni presidente della Hollywood Foreign Press Association.
L'attore sostiene che durante un evento che si era svolto al Beverly Hills Hotel è stato toccato sul sedere e nelle parti intime in modo inaspettato: "Mi sono sentito male. Mi sono sentito un bambino. Mi sembrava di avere una palla in gola. Ho pensato che sarei scoppiato a piangere".
Brendan se ne è immediatamente andato e ha raccontato l'accaduto solo a sua moglie, scegliendo di restare in silenzio con tutti gli altri per paura di danneggiare la sua immagine e la carriera: "Sono diventato depresso. Mi sono incolpato ed ero triste perché stavo cercando di minimizzare quanto accaduto". Fraser ha proseguito: "Dopo la fine di quell'estate non ricordo a cosa ho lavorato".

Quell'esperienza ha però lasciato il segno nella mente di Brendan che ha iniziato a essere più solitario e a tenere distanti le persone: "Sono ancora impaurito? Assolutamente. Credo di dover dire qualcosa? Assolutamente. L'ho voluto fare molte, molte volte? Assolutamente. Mi sono fermato prima di farlo? Assolutamente".

Berk ha smentito la versione dell'attore sostenendo si tratti di un'invenzione e di aver accennato a quell'interazione anche nella sua autobiografia, ricordando di aver toccato il sedere della star durante un abbraccio, per scherzo.