Brad Allan: morto a 48 anni lo stuntman di Jackie Chan: "Era eccezionale"

Lo stuntuman Brad Allan è morto il 7 agosto 2021 all'età di 48 anni: in carriera aveva collaborato numerose volte con Jackie Chan

NOTIZIA di 08/08/2021

Brad Allan è morto il 7 agosto 2021 all'età di 48 anni. Stuntman e protetto di Jackie Chan, l'attore aveva condiviso la realizzazione di circa dodici film con il divo di Hong Kong e aveva lavorato in titoli quali Wonder Woman e Kingsman.

Un rappresentante dell'attore ha confermato la morte di Brad Allan attraverso un post pubblicato sul sito web ufficiale di Jackie Chan. A quanto pare, il decesso sarebbe giunto a causa di una malattia. Anche il celebre divo di Hong Kong è intervenuto sul suo blog e ha dichiarato: "Qualche giorno fa non avrei mai immaginato di poter ricevere una notizia del genere. Bradley James Allan è morto a causa di una malattia".

Jackie Chan ha raccontato l'incontro con Brad Allan: "Tanti anni fa ero impegnato con le riprese di Mr. Nice Guy e lui venne a visitare il set del film. All'epoca era pazzo per il kung fu e lo praticava da svariato tempo. Nel giro di poco tempo si è trasformato da fan a stuntman esperto e si è persino unito al mio JC Stunt Team. Ha anche contribuito a moltissimi film in cui ho recitato".

Jackie Chan ha continuato a esaltarlo: "Era un eccezionale coreografo che è stato in grado di mettere in mostra il suo talento nell'ambito di eccellenti progetti quali Wonder Woman e Kingsman. Grazie a questi film, Hollywood ha scoperto la sua professionalità". Secondo IMDb, Brad Allan ha studiato kung fu e arti marziali sin dalla tenera età. All'età di 22 anni, dopo anni di studio in Asia, è tornato in Australia e ha incontrato Jackie Chan. Da quel momento in poi ha lavorato insieme a lui per ben dodici anni. Brad Allan ha lavorato anche in progetti quali Shanghai Noon, Scott Pilgrim vs. the World, Rush Hour 2 e Solo: A Star Wars Story.

Recentemente, il ragazzo aveva lavorato anche in The King's Man e Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings.