Bill Cosby: Phylicia Rashad difende il collega, ma online le reazioni alla scarcerazione sono negative

Bill Cosby è uscito di prigione e la sua co-star de I Robinson Phylicia Rashad ha gioito per la scelta di annullare la sentenza, mentre online la notizia è stata accolta da numerose critiche.

NOTIZIA di 30/06/2021

Bill Cosby è uscito di prigione dopo che la corte suprema della Pennsylvania ha annullato la sentenza che lo aveva portato dentro le mura di un carcere e ora Phylicia Rashad ha espresso pubblicamente la sua gioia per la notizia.
L'attrice, che ha lavorato per molti anni insieme all'ex star del piccolo schermo in occasione della serie I Robinson, ha usato Twitter per condividere la propria reazione.

Phylicia Rashad ha scritto condividendo una foto di Bill Cosby: "Finalmente! Si è rimediato a un terribile torto, un errore giudiziario è stato corretto!".

L'attrice aveva già difeso il collega nel 2015 sostenendo che fosse vittima di un attacco "orchestrato" a tavolino: "Non so perché o chi lo stia facendo, ma si sta rovinando la sua memoria". Phylicia, in una successiva apparizione televisiva, aveva sostenuto che Cosby fosse una persona generosa, gentile e inclusiva, attaccata ingiustamente senza prove.

Bill Cosby esce di prigione: la sua sentenza è stata annullata

Le sue parole non sono però state condivise da molte altre star di Hollywood e celebrità che hanno criticato la scelta di modificare la sentenza. Amber Tamblyn, che è stata vittima di molestie sessuali, ha dichiarato online: "Sono furiosa nel sentire questa notizia. Conosco personalmente delle donne che quest'uomo ha drogato e violentato mentre erano prive di sensi. La corte deve vergognarsi per questa decisione".

Rosie O'Donnell ha scritto: "Immagino che 70 donne non fossero abbastanza".

L'avvocato Gloria Allred, che ha difeso alcune delle donne che hanno accusato Bill Cosby, hanno dichiarato: "Questa decisione deve essere devastante per le accusatrici. Il mio cuore è rivolto specialmente a chi ha testimoniato con coraggio in entrambi i casi criminali".