Benedict Cumberbatch sulla guerra in Ucraina: "Dobbiamo agire, pensieri e preghiere non bastano"

Benedict Cumberbatch ha ottenuto la sua stella sulla Hollywood Walk of Fame e, durante la cerimonia, l'attore ha detto la sua a proposito della guerra in Ucraina: 'Dobbiamo agire'.

NOTIZIA di 01/03/2022

Benedict Cumberbatch, dopo aver onorato sua sorella, scomparsa a causa di un cancro lo scorso anno, ha deciso di sfruttare la cerimonia di premiazione per la sua stella sulla Hollywood Walk of Fame dedicando alcune parole alla guerra in Ucraina: dalle vittime del conflitto ai russi che vogliono la pace tra i due paesi.

Cumberbatch ha esordito dicendo: "Oggi, non posso non parlare, in questo meraviglioso momento della mia vita, da questa straordinaria piattaforma, di quello che sta accadendo in Ucraina e manifestare il mio supporto per il popolo ucraino e per il popolo russo che si oppone all'idiozia dei governanti per cercare di mettere un freno alla progressione di questa atrocità."

"Ora però tocca a noi, dobbiamo agire perché i pensieri e le preghiere non bastano più." Ha continuato la star. "Dobbiamo muoverci, dobbiamo andare sui siti delle ambasciate, dobbiamo vedere cosa possiamo fare come cittadini del mondo, cittadini d'Europa e persone che vogliono un posto migliore e una migliore soluzione per questo orrendo momento, per queste persone con bambini, con famiglie che rischiano la vita mentre i razzi piovono sulle loro città. Non possiamo più restare passivi."

"Non è più un tempo di proposte, inattività o inettitudine. Dobbiamo agire, e ci sono cose che tutti noi possiamo fare. Potete sostenere le organizzazioni, potete aiutare quelli che aiutano i profughi sul territorio. Potete sostenere le organizzazioni per i diritti umani." Ha concluso Benedict Cumberbatch. "Potete fare pressione sui vostri politici, sulla vostra banca, sulle vostre industrie perché riconoscano quello che potete fare per aiutare. È possibile, quindi incoraggio la gente a fare questo oggi."