Asia Argento a Morgan dopo lo sfratto: "Su una panchina drogarti ti verrà meno facile"

Asia Argento contro Morgan: dopo lo sfratto, l'attacco sui social di lei: 'Su una panchina drogarti ti verrà meno facile', poi cancella il post.

NOTIZIA di 31/05/2019

Asia Argento contro Morgan: l'attrice attacca l'ex-compagno con un post sui social (poi rimosso) con parole durissime sulla situazione economica del cantante e sull'imminente sfratto che dovrà affrontare. "Forse dalla panchina sulla quale finirai a dormire drogarti sarà meno facile. Aripijate."

Facciamo un piccolo passo indietro per spiegare la vicenda. Nei giorni scorsi Morgan, intervistato da Libero, ha spiegato che la sua abitazione è stata pignorata e messa all'asta. In un accorato appello sullo stesso giornale, Marco Castoldi si è rivolto direttamente alle sue ex-compagne, Asia Argento e Jessica Mazzoli: "Vorrei chiedere aiuto alle mamme delle mie figlie, prima di tutto ad Asia, con cui sono in buoni rapporti e che è stata la causa principale, con un pignoramento, di tutto il procedimento giudiziario. Vorrei chiedere a chi l'ha acquistata per pochi soldi di rivendermela e lasciarmi dentro. Come farei a pagarla? In questo momento si sta muovendo una cordata di amici". "Se il 5 giugno verranno a sbattermi fuori andrò in mezzo alla strada" - conclude Morgan - "Ma dormirò sul marciapiede davanti alla mia casa come un cane che non vuole abbandonare la propria dimora. Nella mia casa c'è tutta la mia vita."

Asia Argento, red carpet provocatorio a Cannes
Asia Argento, red carpet provocatorio a Cannes

Uno sfratto esecutivo che è il risultato, secondo Morgan, della gestione sbagliata del suo patrimonio da parte dei suoi collaboratori. Asia Argento, assistita dall'avvocato Samantha Luponio, però ha respinto qualsiasi responsabilità sullo sfratto spiegando la situazione dal suo punto di vista in un'intervista pubblicata da Agi: "Marco non ha perso casa per colpa mia, ma per le scelte che ha fatto e soprattutto per quelle che non ha fatto. Oggi cerca di fare passare me come la causa principale di tutti i suoi guai, ma omette di dire che dalla vendita della sua casa andranno a nostra figlia Anna Lou soltanto 6.000 dei 160.000 euro di debiti accumulati in questi anni per il mancato versamento degli assegni di mantenimento"

"Durante il procedimento giudiziale da me fatto partire nel 2013" - prosegue Asia Argento - "sono venuti fuori altri grandi debiti che Marco aveva contratto. Tutti crediti cosiddetti "privilegiati", che passano cioè legalmente davanti a quelli che aveva nei confronti di nostra figlia. Mi dispiace che Marco abbia individuato me come capro espiatorio per le sue scelte dissennate. Ho sperato con tutta me stessa in questi anni che l'iniziativa giudiziale che sono stata costretta a porre in essere potesse smuovere la sua coscienza e metterlo di fronte alle sue, responsabilità"

A spazzare via, letteralmente, il tono assennato delle dichiarazioni di Asia concesse in questa intervista, è sopraggiunto il post su Instagram, più rabbioso e "viscerale": "Che mestizia, Morgani: sei un miracolo ambulante, forse dalla panchina sulla quale finirai a dormire per non aver pagato le tasse per anni, avrai modo di riflettere e riuscirai a scrivere un disco dopo 12 anni, e drogarti sarà meno facile. Aripijate". Sullo sfondo del post, una foto di Asia con gli occhi girati e una "colonna sonora" inequivocabile: Fuck You di Lily Allen.