Armie Hammer accusato di violenza sessuale, il suo avvocato replica "Solo falsità"

Armie Hammer è stato accusato di violenza sessuale, ma il suo avvocato ha replicato sostenendo che si tratti di menzogne.

NOTIZIA di 18/03/2021

Armie Hammer è stato accusato di stupro da una donna, Effie Angelova, che ha parlato pubblicamente di quanto le è accaduto durante una conferenza stampa.
La donna, che può contare sul sostegno dell'avvocato Gloria Allred, sostiene di essere stata violentata e picchiata nell'aprile 2017.

Wounds 3
Wounds: Armie Hammer in una scena del film

Angelova ha dichiarato che Armie Hammer, dopo la violenza sessuale, le avrebbe sbattuto la testa contro un muro: "Ho pensato che stesse per uccidermi. Poi se ne è andato senza preoccuparsi del mio stato di salute".
La donna ha dichiarato: "Il 24 aprile 2017 Armie Hammer mi ha stuprata violentemente per oltre quattro ore a Los Angeles. Durante quell'episodio mi ha ripetutamente sbattuto la testa contro un muro ferendomi al volto. Ha inoltre compiuto altri atti violenti senza il mio consenso".

Effie ha sostenuto di aver incontrato l'attore nel 2016, quando aveva venti anni, e di aver avuto una relazione con lui fino al 2020: "Provo un immenso senso di colpa per non aver parlato prima perché credo che avrei potuto salvare altre persone, impedendo che diventassero sue vittime. Parlando oggi spero di impedire ad altre di ritrovarsi in futuro nella mia situazione".

Allred ha aggiunto: "Pensiamo sia importante che si compia un'indagine su queste serie accuse. Speriamo che Mr. Hammer, e i suoi legali, collaborino con l'indagine per andare alla ricerca della verità".

L'avvocato di Armie Hammer, Andrew B. Brettler, ha risposto dichiarando: "La corrispondenza tra Effie Angelova e Mr. Hammer pregiudica e smentisce queste accuse oltraggiose. Fino al 18 luglio 2020, la signorina Angelova ha inviato dei messaggi espliciti al signor Hammer dichiarando cosa voleva che le facesse. Il signor Hammer ha risposto rendendo chiaro che non voleva mantenere quel tipo di relazione con lei. Non è mai stata intenzione del mio assistito mettere in imbarazzo la signorina Angelova o esporre i feticismi e i suoi desideri sessuali perversi, ma lei ha deciso di assumere un avvocato e organizzare una conferenza stampa. Sostenuto dalla verità, il signor Hammer accoglie l'opportunità di chiarire la situazione. Armie Hammer ha sempre sostenuto che le interazioni con la signorina Angelova, e con ogni altra partner sessuale, siano state completamente consensuali, ne avevano parlato ed erano d'accordo. La ricerca di attenzione di Miss Angelova e i consigli errati dal punto di vista legale rendono solo più difficile per le vere vittime di violenza sessuale ottenere la giustizia che meritano".