Amber Heard rivela: "So di non essere una vittima perfetta, ma ho detto la verità"

Amber Heard ha paura di essere nuovamente citata in giudizio da Johnny Depp, anche se ha ammesso di non provare alcun rancore, e ha dichiarato: 'So di non essere una vittima perfetta'.

NOTIZIA di 16/06/2022

Durante la sua intervista più recente, Amber Heard ha detto di comprendere perfettamente perché la giuria non le ha creduto, ammettendo di non essere una vittima perfetta e aggiungendo anche che teme di essere citata in giudizio una seconda volta da Johnny Depp.

Tutte queste rivelazioni fanno parte dell'intervista esclusiva della Heard con Savannah Guthrie di NBC News, la prima dopo il processo per diffamazione di alto profilo tra le due star. "Lo amo. Non provo rancore. L'ho amato con tutto il mio cuore", ha spiegato Amber. "E ho fatto del mio meglio per far funzionare una relazione profondamente tossica e non ci sono riuscita".

Nella prima parte dell'intervista, andata in onda martedì, la star ha affermato di ritenere che "la stragrande maggioranza di questo processo si sia svolta sui social media", per poi parlare dell'odio che ha ricevuto da parte dei sostenitori di Depp per aver detto "la sua verità".

"Non sono una buona vittima, questo l'ho capito", ha concluso Amber Heard. "Non sono una vittima simpatica e non sono senz'altro una vittima perfetta. Ma quando ho testimoniato ho chiesto alla giuria di guardarmi e di ascoltare le parole di Johnny, aveva promesso che mi avrebbe rovinata e lo sta facendo."