Alyssa Milano e lo sciopero del sesso: l'attrice invita le donne ad unirsi alla protesta

Alyssa Milano ha lanciato via Twitter lo sciopero del sesso in protesta verso lo Stato della Georgia e la nuova legge contro l'aborto.

NOTIZIA di MARICA LANCELLOTTI 13/05/2019

Alyssa Milano ha lanciato ufficialmente lo sciopero del sesso e, con l'hashtag #SexStrike ha invitato le donne di tutto il mondo a unirsi numerose a quella che non può rimanere una protesta entro i confini della Georgia rispetto alla nuova legge contro l'aborto.

L'attrice, che è diventata una delle più importanti attiviste del movimento Me Too, ha voluto così portare all'attenzione di tutti il pacchetto di norme introdotto nello Stato della Georgia che vieta alle donne l'aborto non appena sia possibile individuare il battito del feto, cosa che di norma avviene intorno alle sesta settimana di gravidanza. Alyssa Milano e tutte coloro che stanno partecipando attivamente alla protesta hanno però sottolineato come spesso le donne si accorgano di aspettare un bambino solo intorno all'ottava o nona settimana.

La proposta di Alyssa Milano non è stata accolta senza critiche: c'è stata chi l'ha accusata di voler privare anche le donne, non solo gli uomini, del piacere sessuale.
Tuttavia, online ormai da due giorni, l'appello lanciato via Twitter dall'attrice ha già ricevuto parecchie adesioni.