Sul lago Tahoe 2008

N/D
3.0/5
La locandina italiana di Sul lago Tahoe

Sul lago Tahoe è un film di genere Drammatico del 2008 diretto da Fernando Eimbcke con Diego Cataño e Héctor Herrera. Durata: 85 min. Distribuito in Italia da Archibald Enterprise Film. Paese di produzione: Messico.

Titolo originale
¿Te acuerdas de Lake Tahoe?
Titolo internazionale
Lake Tahoe
Data di uscita
28 Agosto 2009 (Italia)
Genere
Drammatico
Anno
2008
Regia
Fernando Eimbcke
Attori
Diego Cataño, Héctor Herrera, Daniela Valentine, Juan Carlos Lara, Yemil Sefani
Paese
Messico
Durata
85 Min
Distribuzione
Archibald Enterprise Film

Trama

La trama di Sul lago Tahoe (2008). Juan, sedici anni, va via da casa perché ne ha abbastanza della sua famiglia, ma la sua fuga finisce ai margini della città. Il ragazzo si schianta su un palo della luce, chiama casa, ma capisce subito che è meglio cercare qualcun altro, così conosce un'umanità varia e caotica ed in un solo giorno capisce che nella vita ci sono cose inevitabili e inspiegabili.

Recensione

Diventare adulti Ancora un racconto di formazione, sulle difficoltà dell'adolescenza e la necessità di diventare adulti prima del tempo, all'ultimo festival di Torino. Già passato da Berlino, Sul lago Tahoe, l'opera seconda di Fernando Eimbke - il cui esordio Temporada de Patos non era passato inosservato a Pesaro nel 2004 - è una sincera e appassionata istantanea della vita di Juan, sedicenne sperduto in un villaggio dormente del Messico alla ricerca di un ricambio per la sua automobile, dopo un banale incidente. L'improvvisa morte del padre ha lasciato un vuoto incolmabile e a casa la mamma si è chiusa in …

Leggi la recensione completa di Sul lago Tahoe

Cast

Diego Cataño Diego Cataño
Héctor Herrera Héctor Herrera
Daniela Valentine Daniela Valentine
Juan Carlos Lara Juan Carlos Lara
Yemil Sefani Yemil Sefani

Vai al cast completo di Sul lago Tahoe

Curiosità e frasi celebri

Tutte le curiosità su Sul lago Tahoe e le frasi celebri: ecco le cose curiose che potrebbero esser sfuggite allo spettatore.

Date di uscita e riprese - Sul lago Tahoe è arrivato per la prima volta nelle sale italiane il 28 Agosto 2009 (Archibald Enterprise Film).
Le riprese del film si sono svolte in Messico.

Ecco alcune delle location in cui è stato girato il film:

Progreso, Yucatán, Messico

Torino 2008 - Presentato nella sezione Fuori concorso alla 26. edizione del Torino Film Festival.

Accoglienza

Attualmente Sul lago Tahoe ha ricevuto la seguente accoglienza dal pubblico:

BOX OFFICE

Incassi in italia
30,419 €
Incassi in USA
5,685 $

Box-office Sul lago Tahoe (2008)

Premi e nomination

I premi vinti da Sul lago Tahoe e le nomination:

Festival Internazionale del Cinema di Berlino (2008)
2 nomination, 2 premi vinti
Premios Goya (2009)
1 nomination, 0 premi vinti

Altri 3 premi

Critica

Sul lago Tahoe è stato accolto dalla critica nel seguente modo: sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes il film ha ottenuto un punteggio medio del 83% sul 100%, su Metacritic ha invece ottenuto un voto di 72 su 100 mentre su Imdb il pubblico lo ha votato con 6.7 su 10

Video

Vai a tutti i video

Immagini e foto

Vai alla galleria completa

Home Video

dvd

Sul lago Tahoe
2010 - CG Entertainment
Contiene 1 Ora e 19 Minuti di contenuti su 1 Disco.

Tutti gli home video

News e articoli

  • Un weekend glaciale in sala tra dinosauri, brividi e ragazzi difficili

    Un weekend glaciale in sala tra dinosauri, brividi e ragazzi difficili

    Oltre ai simpatici protagonisti de 'L'era glaciale 3', dal 28 agosto nelle sale arrivano tante storie di ragazzi difficili, raccontate con toni diversi, tra cui 'Piede di Dio' e 'Sul lago Tahoe', due commedie a stelle e strisce come Scuola per canaglie e Fa' la cosa sbagliata, una seducente Michelle Pfeiffer in 'Cherì' e Le tredici rose di Emilio Martínez Lázaro. L'estate horror volge alla conclusione con 'Smile', interpretato da Antonio Cupo e Armand Assante.

  • Recensione Sul lago Tahoe (2008)

    Recensione Sul lago Tahoe (2008)

    A sorprendere nel film di Eimbke sono la grazia e la disarmante gentilezza con cui il regista racconta l'elaborazione di un lutto, attraverso una serie di tappe formative semplici ma mai banali, costruite come una serie di confronti con i personaggi.