La frusta e il corpo 1963

N/D
3.0/5
Locandina italiana del film La frusta e il corpo

La frusta e il corpo è un film di genere Horror del 1963 diretto da Mario Bava con Daliah Lavi e Christopher Lee. Durata: 91 min. Paese di produzione: Francia, Italia.

Data di uscita
29 Agosto 1963 (Italia)
26 Gennaio 1966 (Francia)
Genere
Horror
Anno
1963
Regia
Mario Bava
Attori
Daliah Lavi, Christopher Lee, Tony Kendall, Ida Galli, Harriet Medin, Gustavo De Nardo, Luciano Pigozzi, Jacques Herlin
Paese
Francia, Italia
Durata
91 Min

Trama

La trama di La frusta e il corpo (1963). Kurt Menliff, nobile del XIX secolo, fa ritorno al suo castello in riva al mare dopo anni di assenza. Nella dimora vivono suo padre, invalido, con cui l'uomo non ha un buon rapporto, suo fratello Christian e la sua sposa Nevenka, cugina di Kurt e precedentemente sua amante. La notte successiva al suo arrivo, Kurt viene trovato ucciso e un clima di sospetto si insinua nel castello; Nevenka, inoltre, inzia a vedere il fantasma del cugino morto.

Recensione

Atmosfere morbose Titolo leggermente minore di Mario Bava (almeno se paragonato a La maschera del demonio, Operazione Paura, Sei donne per l'assassino e Reazione a Catena) in termini di importanza postuma, La frusta e il corpo è il misterioso racconto di un ritorno malvoluto in una famiglia di nobili dell'800. Il perfido Kurt, infatti, getta scompiglio nei piani familiari e matrimoniali, mettendo inizio ad una serie di omicidi a catena, tutti derivati dal suo morboso e masochistico rapporto di amore e odio con la sua ex promessa sposa. Giocato tutto sulle allucinazioni ossessive ed intriganti dell'interprete femminile Daliah Lavi, il …

Leggi la recensione completa di La frusta e il corpo

Cast

Daliah Lavi Daliah Lavi Nevenka Menliff
Christopher Lee Christopher Lee Kurt Menliff
Tony Kendall Tony Kendall Christian Menliff
Ida Galli Ida Galli Katia
Harriet Medin Harriet Medin Giorgia
Gustavo De Nardo Gustavo De Nardo Conte Menliff
Luciano Pigozzi Luciano Pigozzi Losat
Jacques Herlin Jacques Herlin Prete

Vai al cast completo di La frusta e il corpo

Curiosità e frasi celebri

Tutte le curiosità su La frusta e il corpo e le frasi celebri: ecco le cose curiose che potrebbero esser sfuggite allo spettatore.

Date di uscita e riprese - La frusta e il corpo è arrivato per la prima volta nelle sale italiane il 29 Agosto 1963; la data di uscita originale è: 26 Gennaio 1966 (Francia).
Le riprese del film si sono svolte nel periodo 03 Luglio 1963 - 21 Luglio 1963 in Italia.

Ecco alcune delle location in cui è stato girato il film:

Tor Caldara, Italia

Specifiche tecniche - Girato in: 35 mm. Proiettato in: 35 mm. Rapporto immagine: 1,75 : 1. Colore: a colori (Technicolor). Formato audio: Mono. Lingua originale: italiano.

Accoglienza

Attualmente La frusta e il corpo ha ricevuto la seguente accoglienza dal pubblico:

BOX OFFICE

Budget
$ 66.500 (stimato)

Box-office La frusta e il corpo (1963)

Critica

La frusta e il corpo è stato accolto dalla critica nel seguente modo: sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes il film ha ottenuto un punteggio medio del 71% sul 100% mentre su Imdb il pubblico lo ha votato con 6.8 su 10

Immagini e foto

Vai alla galleria completa

Home Video

dvd

La frusta e il corpo
2008 - Eagle Pictures
Contiene 1 Ora e 25 Minuti di contenuti su 1 Disco.

Tutti gli home video

News e articoli

  • Mario Bava, visioni di un pittore della cinepresa

    Mario Bava, visioni di un pittore della cinepresa

    Cento anni fa nasceva Mario Bava, autore dalla grande inventiva e straordinario gusto per le immagini cui si devono i film più importanti della storia del nostro cinema di genere, ma anche cult indimenticati. Celebriamo il talento e il cinema di Bava con una photogallery dei suoi lavori più rappresentativi, da La maschera del demonio a La frusta e il corpo.

  • Recensione La frusta e il corpo (1963)

    Recensione La frusta e il corpo (1963)

    Giocato tutto sulle allucinazioni ossessive ed intriganti dell'interprete femminile Daliah Lavi, il film è sostanzialmente un horror psicologico piuttosto oltraggioso per tematiche,ben orchestrato e ricco di notevoli raffinatezze