Il grande spirito

2019, Commedia

3.7
Il grande spirito (2019)
Genere
Durata
Regista
Uscita ITA

In un quartiere della periferia di Taranto, durante una rapina, uno dei tre complici, un cinquantenne dall'aria malmessa, Tonino detto Barboncino, approfittando della distrazione degli altri due, ruba tutto il malloppo e scappa. La sua fuga lo porta in un vecchio lavatoio, dove trova uno strano individuo dall'aspetto eccentrico: sostiene di chiamarsi Cervo Nero e di appartenere alla tribù dei Sioux. Dal suo canto Tonino è sotto assedio e non gli rimane che allearsi con quello squilibrato che si comporta come un nativo americano...

Perché ci piace
  • La combinazione di più generi funziona: a dettare la strada maestra è il realismo magico in un alternarsi costante di commedia, western surreale e fiaba neorealista.
  • La coppia Sergio Rubini e Rocco Papaleo regala allo spettatore autentici momenti di follia, tenerezza e umanità. I due attori si spalleggiano a vicenda, incastrano ritmi e tempi di una comicità soprattutto fisica.
  • L'uso di simbolismi che eleva il film a metafora di una condizione sociale.
Cosa non va
  • Non sempre la riflessione sull'attualità si combina armoniosamente con la vicenda comico-surreale dei due protagonisti.

News e articoli


Il grande spirito: Sergio Rubini, “I tarantini come gli indiani. L’Ilva è uno scempio”

11 giorni fa

Il grande spirito, la recensione: Taranto come il vecchio West

14 giorni fa

Soldado, Robin Hood e il Pinocchio di Garrone: ecco il ricco listino 01 Distribution!

10 mesi fa

Le vostre recensioni


Mostra i vecchi commenti