Blaze

2018, Drammatico

4.0
Blaze (2018)
Genere
Drammatico, Musicale
Durata
Regista
Uscita ORIG
(USA)

La vita del musicista Blaze Foley, cantautore country ucciso a quarant'anni.



Con #Blaze #EthanHawke realizza un biopic libero, unico, anticommerciale che parla di creatività e amore
Perché ci piace
  • Ethan Hawke è un regista che non ama compromessi. Il suo biopic non ha niente di accattivante, ma è un ritratto delicato e realistico di un artista sconosciuto ai più.
  • Inutile dire che la scelta del biopic porta con sé la ricostruzione di un mondo e di un'epoca curata, in questo caso, nel dettaglio.
  • L'incontro con i genitori di Sybil e quello col padre di Blaze sono tra i momenti migliori del film.
  • Ethan Hawke sa essere incisivo anche scegliendo toni sommessi.
Cosa non va
  • Chi non ama il country faticherà un po' a immergersi in questo mondo isolato, fuori dal tempo, popolato di cappelli da cowboy, alcool e lunghissime ballads.
  • La scelta di raccontare la storia per flashback e salti temporali, seppur tradotta in un montaggio raffinato, non aiuta la comprensione dello spettatore che non conosce i personaggi della scena country di Austin.

Le vostre recensioni


Mostra i vecchi commenti