And Then There Was Light

2017, Drammatico

3.0
And Then There Was Light (2017)
Genere
Drammatico
Durata
Regista
Attori

Nobuyuki è un adolescente che vive a Mihama, un’isola al largo della costa di Tokyo. Il suo amico Tasuku, che lo adora come se fosse un fratello, è vittima dei continui abusi da parte del padre. L’unica compagna di classe di Nobuyuki è la bella Mika. Un giorno Nobuyuki commette un crimine per proteggere Mika, e poco dopo un violento tsunami colpisce l’isola, spazzando via la maggior parte degli abitanti. Venticinque anni dopo, Nobuyuki vive con moglie e figli, mentre Mika è diventata un’affascinante attrice. Il loro passato sembra essere sepolto per sempre fino al giorno in cui Tasuku, l’unico testimone del crimine, riappare minacciando vendetta.



#AndThenThereWasLight delude le aspettative di chi ama certo cinema orientale, non decollando mai come dovrebbe
Perché ci piace
  • La capacità di certo cinema giapponese di dare uno scossone allo spettatore, ormai assuefatto alla morale comune.
  • Lo tsunami usato sia come metafora che come espediente narrativo per cancellare le colpe.
  • Il talento dei protagonisti, intensi e spesso alle prese con uno script troppo "freddo".
Cosa non va
  • Il film semina emozioni, ma poi quando è il momento non le lascia raccogliere: restano in germoglio e non fioriscono mai.
  • L’eccessiva lunghezza e la ridondanza di certi concetti, che poi però non è finalizzato a suscitare empatia.

Le vostre recensioni


Mostra i vecchi commenti