Uno di famiglia

2018, Commedia

Lucia Ocone boss scatenata (ma non al volante) in Uno di famiglia

In Uno di famiglia Lucia Ocone è una boss che perseguita Pietro Sermonti: nella realtà ci ha svelato che durate un inseguimento al volante ha creduto di morire.

Terapia di coppia per amanti: Pietro Sermonti e Sergio Rubini in una scena del film

Dopo Terapia di coppia per amanti continua il sodalizio tra Alessio Maria Federici e Pietro Sermonti, questa volta rispettivamente regista e protagonista di Uno di famiglia, commedia attualmente nelle sale, nel cast della quale figura anche Lucia Ocone e in cui Sermonti interpreta Luca, insegnante di dizione che si trova a dover fare lezione a Mario (Moisé Curia), rampollo di una famiglia malavitosa.

"Vedendoci sette settimane l'anno, quelle delle riprese, non è poi così pesante. L'importante è riuscire a non frequentarsi nelle restanti settimane dell'anno" ci ha detto Federici a Riccione, durante Ciné - Giornate estive di cinema, seguito subito da Sermonti: "Ormai sono sull'uscio della terza età e non mi era capitato tanto spesso di fare dei film con ruoli così importanti: li ho fatti solo con Alessio, quindi per lui ho una parola sola, gratitudine."

Maradonapoli: il regista Alessio Maria Federici sul set del documentario

Come abbiamo detto anche nella nostra recensione di Uno di famiglia, a sconvolgere la vita di Luca è zia Angela (Lucia Ocone), spietata e sexy, come ce l'ha descritta la sua interprete: "Alessio mi ha dato l'opportunità di poter interpretare per la prima volta un personaggio, per fortuna, totalmente distante da me. Non ho niente in comune con questa donna orrenda: figurati, le mie amiche mi chiamano core de burro, quanto di più distante da zia Angela. È una donna spietata e antipaticissima, mi davo fastidio da sola mentre giravamo: l'arroganza, la prepotenza, la sicumera, anche nel suo essere molto sexy e sensuale."

Leggi anche: Sermonti e Rubini su Terapia di coppia per amanti: "L'amore a volte si ciba di masochismo"

Lucia Ocone e le scene alla Fast and Furious

Poveri ma ricchissimi: Lucia Ocone in una scena del film

Le differenze con zia Angela non finiscono qui: al contrario del suo personaggio, l'attrice non ama per nulla la velocità, ma si è ritrovata a dover sfrecciare per le strade di Roma credendo di morire: "Ho dovuto prendere mezzo Xanax in pausa pranzo, non sto scherzando, non mi passava lo spavento: quando uscirà il film so già che riderò tantissimo, perché nella vita ho paura della velocità e sono l'incubo di tutti quelli che mi hanno accanto mentre guidano. Dico sempre: 'vai piano', 'rallenta', 'attento alla vecchia', 'hai visto il semaforo?'... mentre in questo film ho fatto una scena da Fast and Furious, tra l'altro mi hanno mentito: ho chiesto esplicitamente se fosse previsto lo stunt e mi è stato detto di no, invece siamo andati a 120 all'ora in città. Mi è passata la vita davanti. In più dovevo fingere disinvoltura quando invece pensavo: sto morendo."

Leggi anche: Fast & Furious: 10 elementi fondamentali di una saga inarrestabile

La nostra intervista a Lucia Ocone, Alessio Maria Federici e Pietro Sermonti su Uno di famiglia

Leggi anche: Terapia di coppia per amanti: abbiamo fatto una seduta con Ambra Angiolini e Pietro Sermonti

Lucia Ocone boss scatenata (ma non al volante) in...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Sermonti e Rubini su Terapia di coppia per amanti: “L'amore a volte si ciba di masochismo"
Terapia di coppia per amanti: abbiamo fatto una seduta con Ambra Angiolini e Pietro Sermonti