Il cinema da leggere firmato dalla redazione di Movieplayer.it, il regalo last minute perfetto!

True Detective 3 in blu-ray, recensione: vi sveliamo cosa c'è nell'Extended Cut del finale

La recensione del blu-ray di True Detective 3: oltre a video e audio di buona qualità, l'edizione Warner offre anche extra interessanti e una stuzzicante versione estesa dell'episodio finale.

RECENSIONE di 17/10/2019
True Detective Stagione 3 9
True Detective: Mahershala Ali insieme a Carmen Ejogo in una scena della terza stagione

Pur cambiando protagonisti, la serie di culto ideata da Nic Pizzolatto colpisce ancora. Come vedremo nella recensione del blu-ray di True Detective Stagione 3, anche gli ultimi episodi offrono suspence e tensione. Stavolta i due detective sono interpretati da Mahershala Ali e Stephen Dorff, alle prese con la storia della misteriosa scomparsa di due bambini che si sviluppa su tre linee temporali differenti.

Un'indagine lunga 35 anni, tra segreti ed errori, e un detective ossessionato dal caso. La terza stagione di True Detective è presentata da Warner Bros. Home Entertainment Italia con un'elegante slipcase, contenente tre dischi. E oltre alla possibilità di rivedere o scoprire la nuova stagione, l'edizione blu-ray offre fra gli extra un contenuto davvero molto interessante, ovvero un'Extended Cut del finale di stagione.

Recensione True Detective 3: la nuova stagione è degna del nome che porta

True Detective Stagione 3 5
True Detective: Mahershala Ali nella terza stagione della serie

I due temi chiave della versione estesa del finale

True3

Partiamo dunque proprio da questa vera chicca, ovvero l'Extended Cut del finale, presente nel disco 3. Si tratta in pratica di una versione estesa del finale di stagione, con 9 scene differenti o estese che allungano la durata dell'episodio di 7 minuti e mezzo, portandolo a totali 83 minuti e mezzo. Soprattutto due i temi più approfonditi, quello della morte di Amelia e il rapporto fra Wayne e la figlia. Ben quattro minuti aggiuntivi infatti arrivano dalla scena della morte nel 2013 di Amelia, che prima parla in camera da letto con Wayne, pianificando in apparenza un viaggio, e poi muore silenziosamente nel sonno. Un altro minuto aggiuntivo, ma a inizio episodio, riguarda sempre Wayne e Amelia, con una conversazione di fronte alla scuola che approfondisce la loro relazione.

L'altro tema, come detto, è il rapporto di Wayne con la figlia, che offre ulteriori spunti di riflessione grazie a un minuto e mezzo aggiuntivo nella conversazione che i due hanno nell'automobile e dalla quale traspare un evidente problema di comunicazione. Le modifiche nelle altre sei scene, invece, sono di poco conto: qualche flashback lampo e un paio di frasi in più in qualche scena, che fanno differire le sequenze solo di qualche secondo rispetto all'episodio originale.

Gli altri extra: il design, la musica e altre scene tagliate

True Detective The Great War And Modern Memory 13
True Detective: una scena della terza stagione, The Great War and Modern Memory

Per quanto riguarda gli altri extra, nel disco 1 troviamo una scena eliminata dell'episodio 3 (3 minuti) e due featurette: la prima, Designing the Decades (8'), offre uno sguardo piuttosto interessante alle sfide che la produzione ha dovuto affrontare, soprattutto considerando il fatto che le vicende narrate coprono un arco di tempo molto ampio in un susseguirsi di avanti e indietro negli anni. La seconda, Una conversazione con Nic Pizzolatto e T Bone Burnett (10') è un contributo dedicato all'importanza della musica di Burnett nella stagione. Nel disco 2 troviamo poi quattro scene tagliate (tre dall'episodio 5 e una dal 6), per un totale di 6 minuti, e infine nel disco 3, oltre al citato Finale esteso, altre quattro scene tagliate per un totale di 21 minuti.

True Detective 3, ancora un finale spiazzante: la nostra interpretazione dell'ultimo episodio

True Detective The Great War And Modern Memory 4
True Detective: una scena dell'episodio The Great War and Modern Memory

Un video fedele alle atmosfere cupe della serie

True Detective Stagione 3 Now Am Found 3
True Detective: Mahershala Ali nell'episodio Now Am Found

Il video riproduce in modo fedele quanto visto nella visione originale, catturando in modo efficace le atmosfere plumbee della serie. Sul croma va detto che siamo di fronte ad ambienti prettamente cupi, che quindi non offrono colori esattamente esplosivi. Prevalgono tonalità sobrie e colori autunnali, spenti, ma come detto in linea con le atmosfere della serie.

True Detective The Great War And Modern Memory 5
True Detective: una scena con Mahershala Ali nella premiere di stagione

Ci sono piccoli tocchi e differenze a scansionare le differenti epoche in cui si svolge la serie, ma questo look generale e le sottili diversità non vanno ad inficiare un dettaglio che resta sempre eccellente su tutti gli elementi del piano, sugli incarnati, come sugli abiti e nei particolari delle ambientazioni. Anche le scene scure infatti hanno un'ottima tenuta, emerge solo un po' di pastosità e una piattezza del quadro nei frangenti più estremi, ma la solidità delle immagini non viene mai meno. Insomma il blu-ray consente davvero una visione piacevole e senza sbavature.

True Detective 3: cinque cose che ci sono piaciute della nuova stagione

L'audio: dialoghi solidi e una buona ambienza

Sul fronte audio, la traccia italiana gode di un solido DTS 5.1, che regala un soddisfacente coinvolgimento grazie a una buona resa ambientale, che coinvolge sempre nelle sue dinamiche anche l'asse posteriore, oltre a offrire un'efficace apertura laterale. Sta di fatto che però gran parte degli episodi si basano su sequenze di dialogo piuttosto lunghe, che peraltro sono rese in modo impeccabile dal centrale. La traccia originale gode di un DTS-HD Master Audio 5.1, che oltre all'ovvia maggior naturalezza dei dialoghi, ha un pizzico di maggior impatto negli effetti ambientali e nell'energia dei bassi, oltre a una corposità più accentuata della colonna sonora.

Conclusioni

Come abbiamo visto nella recensione del blu-ray di True Detective 3, l’edizione Warner rende giustizia agli ultimi episodi della serie di Nick Pizzolatto e offre un buon reparto tecnico, con video e audio di qualità. Ma l’aspetto più interessante è la presenza della versione estesa del finale, oltre a numerose scene tagliate e altri extra.

Movieplayer.it

4.0/5

Perché ci piace

  • La presenza di una Extended Cut del finale che offre ulteriori spunti di riflessione.
  • La fedeltà del video alle atmosfere della serie.
  • Un audio preciso e coinvolgente, nonostante i pochi spunti sonori.

Cosa non va

  • Qualche scena più scura fa soffrire un po’ il video.
  • Oltre alle numerose scene tagliate, ci sono solo due featurette di approfondimento