Rocketman in blu-ray, recensione: con la folle energia di Elton John si canta e si balla anche a casa

La recensione del blu-ray di Rocketman: il brillante video esalta colori e costumi, ma l'irresistibile audio (soprattutto in originale) è una botta di pura energia. Ottimo anche il pacchetto degli extra.

RECENSIONE di 15/10/2019
Rocketman Taron Egerton Elton John
Rocketman: Taron Egerton è Elton John nella prima foto

Il biopic musicale dedicato a Elton John diretto da Dexter Fletcher, dall'elaborazione un po' fantastica ma autorizzata dallo stesso artista che è produttore esecutivo, è un film decisamente spettacolare sia per le trovate visionarie che per l'energia delle canzoni dell'artista: con queste premesse, come vedremo nella recensione del blu-ray di Rocketman, anche la visione casalinga di un prodotto di questo tipo può risultare una grande esperienza.

Rocketman infatti è una robusta iniezione di energia, una variopinta carrellata dall'ascesa al successo di Elton John ai suoi momenti più autodistruttivi fra eccessi e depressione, fino al momento della sua riabilitazione. Il tutto con numeri da musical molto elaborati e dall'indubbia efficacia, che esaltano le celebri canzoni di Sir Elton. Andiamo dunque a esaminare il blu-ray targato Universal Pictures Home Entertainment Italia.

Rocketman vs. Bohemian Rhapsody: perché il film su Elton John è il migliore

Rocketman 26
Rocketman: Taron Egerton è Elton John in una scena del film

Il video: gran dettaglio e una frizzante follia cromatica

Rocketman

Il video del blu-ray di Rocketman è chiamato a un delicata impresa, quella di far convivere elementi visivi molto particolari e diversi regimi di illuminazione, perché è chiaro che il look delle sequenze diciamo fantastiche o quasi oniriche, presenta sfumature diverse dalle scene di vita reale. Le prime hanno una dose di frizzante follia, con croma molto particolare quasi da trip allucinogeno, rispetto alla sobrietà delle altre scene. La costante, comunque, è l'incredibile esuberanza dei costumi indossati dal protagonista, che a tratti esplodono per vivacità e brillantezza dei colori, come del resto le coreografie eccentriche e visionarie nei numeri musicali.

Per quanto concerne il dettaglio, il livello è sempre medio-alto, con alcuni picchi di qualità nelle sequenze più tranquille, sugli incarnati e sui citati appariscenti costumi tra piume e pailettes, mentre qualche momento di maggior morbidezza va registrato nelle scene musicali e più frenetiche. Notevole anche la tenuta delle scene più scure, nelle quali il quadro è solo un po' piatto rispetto al resto del film, ma senza sacrificare i dettagli nelle ombre.

Rocketman, la recensione: la vita di Elton John diventa un film a tratti irresistibile

L'audio: buono l'italiano, ma l'Atmos inglese è pura energia

Rocketman 3
Rocketman: una scena musicale del film

Ma dove il blu-ray sfodera il suo top grazie proprio alla tipologia di film, è nel reparto audio. Non del tutto, purtroppo, nella traccia italiana, che resta limitata a un dolby digital 5.1 che ovviamente non può dare il massimo in fase di ascolto, anche se bisogna ammettere che si tratta di una buona traccia e che il coinvolgimento nei momenti musicali è assoluto, con un muscolare impatto dei bassi, robusto apporto dell'asse posteriore e un discreto brio generale.

Rocketman 7
Rocketman: Bryce Dallas Howard e Gemma Jones in una scena del film

Ma è naturale che il Dolby Atmos originale (con core True HD) sfrutta totalmente le potenzialità del film. L'energia sprigionata nelle sequenze musicali è straordinaria, i bassi hanno una potenza al top e tutte le frequenze sono ben riprodotte dall'apposto costante di tutti i diffusori. Oltre alla musica e alle canzoni, impressionante anche il supporto della folla nei club e ai concerti che circondano lo spettatore. In più acquistano ulteriore spessore anche i momenti più tranquilli, con un'ambienza più ricca di piccoli particolari, che inevitabilmente nel Dolby digital vanno persi o risultano soffocati.

Rocketman 4
Rocketman: Taron Egerton con il bellissimo costume creato da Julian Day

Gli extra: fra canzoni, scene tagliate, karaoke e featurette

Rocketman 5
Rocketman: una scena con Taron Egerton

L'alto valore tecnico del blu-ray, è completato da un buon reparto extra. Si parte con i Numeri musicali prolungati di quattro canzoni, con intro opzionale di Dexter Fletcher (in tutto 15 minuti). A seguire 10 scene eliminate e versioni lunghe (totale 20'), anche qui con introduzione opzionale del regista, poi il divertente I testi delle canzoni: canta con le canzoni selezionate, in pratica una versione karaoke con 36 minuti di sequenze con i brani sottotitolati per cimentarsi con i successi di Elton John. Da segnalare che c'è anche il Jukebox di Rocketman con accesso diretto alle sequenze musicali del film, che occupano in tutto 53 minuti.

Rocketman 18
Rocketman: Taron Egerton interpreta Elton John

E veniamo alle featurette vere e proprie: si parte con Sarà un'avventura incredibile: la visione creativa (7') sullo stile del film con interventi dello stesso Elton John, oltre che di Targo Egerton, mentre La musica reinterpretata: le sessioni in studio (11') riguarda la registrazioni delle canzoni. Si prosegue con Diventare Elton John: la trasformazione di Taron (8'), sulla preparazione dell'attore al personaggio, mentre Leggendario: scenografie e costumi (9') si concentra sugli abiti più vistosi indossati dall'artista sul palco. In chiusura A tutta forza: la messa in scena dei numeri musicali (10') sul dietro le quinte di alcune sequenze.

Conclusioni

Come abbiamo visto nella recensione del blu-ray di Rocketman, il potenziale spettacolare del film è ben sfruttato nella visione casalinga, con un video coloratissimo di alto livello e un audio straordinario in originale, ma aoddisfacente anche nella versione italiana. A completare l’edizione un buon pacchetto di extra, che ovviamente valorizza soprattutto le canzoni.

Movieplayer.it

4.5/5

Perché ci piace

  • Un video convincente nel quale il croma è vivacissimo o naturale a seconda dei momenti vissuti dal protagonista.
  • Lo straripante audio (soprattutto in originale) fa venire voglia immediatamente di cantare e ballare.
  • Il pacchetto di extra è ben equilibrato fra materiale musicale e featurette.

Cosa non va

  • Il rammarico dell’audio italiano, che si ferma a un Dolby digital 5.1