Richard - Missione Africa

2017, Animazione

Richard - Missione Africa: quell'amore che va oltre il legame di sangue

Un viaggio sulle ali dell'avventura e del divertimento per comprendere il senso di appartenenza e la natura dell'immigrazione.

Richard the Stork: un'immagine tratta dal film d'animazione

Il 10 Maggio 2017 l'M2 Pictures vi invita a migrare verso luoghi più caldi con Richard - Missione Africa, il nuovo film di animazione diretto da Toby Genkel e Reza Memari, presentato in anteprima alla 19° edizione del Future Film Festival di Bologna. L'Europa lancia un guanto di sfida alla Pixar e agli altri grandi studi di animazione americani, che solitamente popolano il grande schermo di personaggi irresistibili e storie divertenti e commoventi, che toccano il cuore di grandi e piccoli.

Richard - Missione Africa è infatti una produzione realizzata con la collaborazione di Belgio, Germania, Norvegia e Lussemburgo, per raccontare l'avventura di un piccolo passero che rimane da solo, quando un orso feroce uccide i suoi genitori. Una cicogna lo trova per caso nel suo nido pochi minuti dopo la schiusa dell'uovo e decide di accoglierlo tra i suoi simili. Il capo famiglia però non accetta subito Richard e pone un ultimatum: il piccolo potrà stare con loro fino all'autunno, quando le cicogne partiranno verso l'Africa per la grande migrazione, che lui non sarà in grado di affrontare.
Tuttavia questo breve tempo basta per consolidare un legame affettuoso e profondo nonostante la diversità, e questo rende più dolorosa la separazione. Richard si sente una cicogna a tutti gli effetti e, seppur abbandonato dalla sua famiglia adottiva, sfida la natura affrontando un viaggio lungo e pericoloso verso i paesi più caldi, sorvolando Germania, Francia e Italia.

Leggi anche: I 10 migliori film di animazione degli ultimi anni

Richard the Stork: una scena del film d'animazione

Personaggi eccentrici ed irresistibili

Richard the Stork: una scena del film animato

Lungo la strada incontra degli animali dalla personalità eccentrica ed irresistibile che diventano i suoi fedeli compagni di avventura e donano al film una buone dose di umorismo e divertimento. Un pappagallo che ama cantare e sogna di partecipare al Festival di Sanremo, mentre è condannato al karaoke in una gabbia di uno sperduto pub malfamato; un folle gufo pigmeo di nome Olga che, allontanata dai suoi simili, interagisce con un amico immaginario per combattere la solitudine. Richard può contare sul loro aiuto per inseguire il sogno di appartenere a qualcuno e trovare il suo posto nel mondo.

Leggi anche: Inside Out e i capolavori Pixar: il bisogno di essere tristi per imparare ad essere umani

Chiedi l'amicizia su Facebecco

Richard the Stork: un'immagine del film animato

Richard - Missione Africa è quindi un film di animazione divertente e coinvolgente grazie ad un mix equilibrato di ironia, tenerezza e un tradizionale spirito di avventura. La sceneggiatura è ricca di sfumature e di avvenimenti che donano ritmo al film e tengono alta l'attenzione dello spettatore. Non mancano riferimenti alla modernità e alla società contemporanea come i piccioni internet-dipendenti che, in sosta sui cavi elettrici, sono continuamente connessi, condividendo pensieri su Facebecco e orientandosi con l'utilissima Piccioni Maps. Un film pensato per i più piccoli che, tuttavia, è piacevole e divertente anche per un pubblico più adulto proprio per questi vari spunti di riflessione sulla società contemporanea. Sottolinea i limiti dell'intolleranza di fronte alla diversità, il desiderio di un senso di appartenenza, e la difficoltà di restare connessi alla realtà e non perdersi in una dimensione falsa e virtuale che offre solo emozioni alterate e inconsistenti.

Leggi anche: Cinema 2.0: i social media e internet raccontati dalla settima arte

Richard the Stork: un momento del film animato

Un modo per affrontare il tema dell'adozione e dell'immigrazione con i bambini

Richard the Stork: un'immagine tratta dal film animato

Richard - Missione Africa è una storia di formazione ben costruita intorno al concetto di famiglia, che intrattiene e propone una visione delicata e semplice dell'adozione. L'animazione sul grande schermo ha già affrontato spesso questo tema, con La gabbianella e il gatto di Enzo D'Alò o il recenteKung Fu Panda, anche se è facile ritrovare i richiami più classici targati Disney come Il Brutto Anatroccolo e il divertente Quattro bassotti per un danese. Tutti prodotti di intrattenimento che mirano ad analizzare le difficoltà dell' integrazione per costruire un'armonia familiare nel nome di un amore puro, non forzato dal legame di sangue e per questo spesso più sincero e reale. Un modo per spiegare anche ai più piccoli l'immigrazione, spesso protagonista dei notiziari e di inchieste speciali, con le storie di persone in cerca di una vita migliore come gli uccelli che, ogni anno, emigrano ricostruendosi una vita in un posto nuovo, in condizioni più favorevoli rispetto a dove vivevano prima.
Non perdete Richard - Missione Africa al cinema "per l'amor di Donna Summer", come dice il mitico pappagallo Kiki.

Richard - Missione Africa: quell'amore che va...
Letizia Rogolino
Redattore
4.0 4.0

Mostra i vecchi commenti

Pixar: i 15 migliori film dello studio di Lasseter
Il successo delle idee: la Top 10 dei campioni d’incassi nella storia della Pixar