Modern Family, recensione del finale: si concludono undici anni di risate in famiglia

La recensione del finale di serie di Modern Family, la popolare comedy di ABC che chiude i battenti dopo undici stagioni.

RECENSIONE di 29/05/2020
Mf1101 152964 0272
Modern Family 11: Ty Burrell e Julie Bowen con Sarah Hyland in un'immagine dalla stagione finale

Ogni cosa prima o poi finisce, come potrete leggere in questa recensione del finale di Modern Family. Dopo undici stagioni, durate dal 23 settembre 2009 all'8 aprile 2020 per quanto riguarda la messa in onda originale su ABC negli Stati Uniti, la comedy ideata da Steven Levitan e Christopher Lloyd chiude i battenti, dopo esattamente 250 episodi e un successo strepitoso, tra cui la vittoria dell'Emmy come miglior serie comica per cinque anni di seguito, dal 2010 al 2014. Un successo giunto al termine con un doppio episodio di commiato, scritto a quattordici mani e affidato registicamente al co-creatore Levitan e a Gail Mancuso, membro fisso della troupe dal 2010. Un addio leggero, perfettamente calato nello spirito di ciò che la serie è diventata col passare del tempo: non più la comedy a suo modo rivoluzionaria degli esordi, ma comunque una garanzia di intrattenimento capitanata da personaggi e attori a cui ci siamo affezionati nel corso degli anni. E con essa finisce un'era di titoli simili e con durate altrettanto lunghe, dato che sia i network che le piattaforme di streaming hanno un po' perso l'abitudine di puntare sul lungo termine.

Tripla partenza

Mf Barg14 154483 5267
Modern Family 11: una scena di gruppo della stagione finale

Il finale di Modern Family ruota intorno a tre cambiamenti epocali in seno alle tre famiglie protagoniste: Phil (Ty Burrell) e Claire (Julie Bowen) devono fare i conti con la casa eccessivamente piena, al punto che ultimamente hanno dormito nel camper del padre di lui, e impongono un ultimatum ai figli, dicendo che almeno uno di loro dovrà lasciare il domicilio; Mitch (Jesse Tyler Ferguson) e Cam (Eric Stonestreet) hanno invitato tutti per l'inaugurazione della nuova casa, ma i festeggiamenti rischiano di andare a farsi benedire quando una vecchia offerta di lavoro si rifà viva e genera tensioni tra i due coniugi; e Jay (Ed O'Neill) e Gloria (Sofía Vergara) si preparano a salutare Manny, il quale si appresta ad andare in giro per il mondo. Ovviamente non mancherà un'ultima rimpatriata con tutti presenti, come da tradizione della famiglia allargata dei Pritchett.

I 10 migliori episodi di Modern Family

Undici anni di risate

Modern Family: Ed O'Neill ed Ariel Winter nell'episodio Coal Digger
Modern Family: Ed O'Neill ed Ariel Winter nell'episodio Coal Digger

Dal 2009 a oggi ne è passata di acqua sotto i ponti, e la serie si è trasformata nel corso di quegli anni: ai tempi del suo esordio era considerato qualcosa di rivoluzionario, sfruttando il format del mockumentary, già in voga con The Office e Parks and Recreation, per raccontare non la vita in ufficio, ma tra le mura domestiche. E lo faceva con un titolo tutt'altro che ironico, su una famiglia veramente moderna: da un lato Jay, sposato con un'immigrata colombiana, dall'altro Mitch e Cam, che non solo hanno una relazione che si è evoluta al passo con la vera situazione statunitense (la legislazione sui matrimoni gay, e il successivo episodio-evento a tema nuziale) ma nel pilot arrivano dal Vietnam dove hanno adottato una bambina (aspetto che richiedeva un minimo di sospensione dell'incredulità, ma funzionava alla grande). Una scelta a tratti sorprendente per un network come ABC, di proprietà della Disney e quindi teoricamente restio a mostrare situazioni simili in prodotti adatti alle famiglie (e anche in serie dal target più adulto come Desperate Housewives - I segreti di Wisteria Lane i personaggi omosessuali erano spesso delle caricature). Nel suo piccolo era qualcosa di epocale, ma anche a suo modo parte di una tradizione, come si poteva evincere dalla scelta di un attore come O'Neill, ai tempi Al Bundy nella celeberrima e irriverente sitcom Sposati... con figli.

The Office: i 10 migliori episodi

Mf1101 152964 1579
Modern Family 11: Julie Bowen e Sarah Hyland in un'immagine dalla stagione finale

Col passare degli anni lo schema si è fatto più classico e prevedibile, ma le gag sono rimaste solide, un po' sulla falsariga de I Simpson che pur avendo perso il proprio statuto di classico continua a far ridere e gode del supporto dei fan grazie al carisma e alla simpatia dei personaggi, che si tratti dei protagonisti o dei diversi irresistibili ospiti che sono entrati in contatto con i Pritchett tra il 2009 e oggi (menzione doverosa per Fred Willard, scomparso poco fa, nei panni del padre di Phil). Alcuni di questi tornano anche per il finale, dove rivediamo Elizabeth Banks al fianco di quello che è uno dei cast televisivi più affiatati ed amabili degli ultimi anni (vedere per credere, su Disney+, la serie One Day at Disney, che dedica un episodio proprio agli attori dello show). Finale che, come dicevamo, non si pone come qualcosa di veramente paragonabile agli eventi che furono gli episodi di commiato di altre serie comiche come Friends e Seinfeld, ma "solo" come un altro momento importante nelle vite dei personaggi, che pone la parola "fine" sulla vita della serie ma al contempo ribadisce che, nel bene e nel male, tutto rimarrà come prima. Come dicono nell'episodio stesso, la famiglia si ritroverà sempre, anche se forse in circostanze un po' diverse, simboleggiate in questa sede dalle luci che si spengono nelle tre case, mentre la voce narrante di Jay ci saluta con l'ultima perla di saggezza: "La vita è piena di cambiamenti, alcuni grandi, altri piccoli. Ho imparato tempo fa che puoi opporti o fare del tuo meglio con essi, ed è molto più facile quando hai delle persone che ti amano e ti aiutano ad affrontare ciò che la vita ha in serbo. Almeno è ciò che mi permette di dormire la notte."

Netflix vs. Disney+: le due piattaforme streaming a confronto

Inizio e fine

Modern Family: Julie Bowen, Ty Burrell e Sofía Vergara in una scena dell'episodio Coal Digger
Modern Family: Julie Bowen, Ty Burrell e Sofía Vergara in una scena dell'episodio Coal Digger

Per undici anni abbiamo riso, pianto e riflettuto insieme a Jay e alla sua famiglia, e nel congedarsi da noi la serie ci ricorda perché tanti anni fa ci innamorammo di questo strambo gruppo di personaggi, prima con la sequenza finale che richiama apertamente alcuni momenti del pilot (Mitch e Cam in aereo, per esempio), e poi con i credits finali: una successione di foto tratte dalle varie stagioni della serie, fino ad arrivare al ritratto di famiglia scattato nel finale della prima stagione, con tutti presenti e allegri. La serie sceglie di fermarsi definitivamente su quell'immagine, un ricordo di altri tempi, quando lo show era ancora alle prime armi ma già sapeva dove intendeva andare a parare. Un'immagine che ci ricorda che, nonostante siano passati diversi anni e i personaggi siano tutti cresciuti, la loro essenza era già perfettamente distillata in quel momento di gioia collettiva. Ed è per questo che, come suggerito anche dal titolo dell'episodio che precede il gran finale, tutto ciò ci mancherà.

Modern Family 11, stagione finale: Sarah Hyland e Ariel Winter dicono addio alla serie

Conclusioni

Difficile non essere commossi arrivando al termine della recensione del finale di Modern Family, se si è rimasti affezionati alla serie nel corso delle sue undici stagioni. L'episodio di commiato non fa nulla di propriamente rivoluzionario, ma ci ricorda, ancora una volta, perché questi adorabili personaggi hanno reso più piacevoli le nostre giornate dal 2009 a oggi.

Movieplayer.it

4.0/5

Voto medio

5.0/5

Perché ci piace

  • I richiami visivi al pilot e all'evoluzione della serie sono molto ben studiati.
  • L'immagine finale è molto commovente.
  • Il carisma del cast rimane inossidabile fino all'ultimo.

Cosa non va

  • Chi è abituato a finali più ambiziosi potrebbe essere un po' deluso.