La casa di famiglia

2017, Commedia

La casa di famiglia: il cast spiega "come schivare domande scomode al cenone di Natale"

Lino Guanciale, Stefano Fresi e Matilde Gioli interpretano tre fratelli in La casa di famiglia: ci hanno spiegato come schivare le domande scomode dei parenti durante il cenone di Natale e qual è quella cosa che li rimanda, con il pensiero, immediatamente a casa. Dal 16 novembre al cinema.

La casa di famiglia: Lino Guanciale in una scena del film

Alex (Lino Guanciale), Oreste (Stefano Fresi), Giacinto (Libero De Rienzo) e Fanny (Matilde Gioli) sono quattro fratelli, cresciuti nella splendida casa paterna immersa nel verde, diventati molto diversi l'uno dall'altro: ormai adulti, per aiutare il più scapestrato, decidono di vendere la villa del padre, Sergio (Luigi Diberti), ormai in coma da cinque anni. Proprio quando tutto sembra sistemato, il genitore si sveglia all'improvviso, costringendo i figli a mettere in scena un complicato stratagemma per non fargli sapere di aver venduto la sua amata dimora.

Leggi anche: La casa di famiglia è la solita commedia italiana contemporanea

Arriva nelle sale il 16 novembre La casa di famiglia, che segna l'esordio dietro la macchina da presa di Augusto Fornari: per il suo primo film da regista l'attore ha deciso di mettere in scena una divertente commedia degli equivoci, in cui i quattro fratelli ricorrono a stratagemmi, anche fisici, propri della comicità slapstick.

La casa di famiglia: Matilde Gioli in una scena del film

Alla presentazione della pellicola a Roma abbiamo incontrato tre dei protagonisti: Stefano Fresi, che interpreta un musicista con il sogno di scrivere un'opera, Matilde Gioli, nei panni di una donna che ha un negozio di moda e si dispera per il marito che l'ha lasciata per una ragazza più giovane, e Lino Guanciale, la pecora nera della famiglia, che non sa cosa voglia dire impegnarsi.

Leggi anche: Famiglie diverse: i genitori alternativi raccontati sul grande schermo

Come sopravvivere alle domande di zie moleste

La casa di famiglia: Stefano Fresi in una scena del film

Visto che in La casa di famiglia il rapporto con i parenti è centrale, abbiamo chiesto ai tre attori come riuscire a smarcarsi con agilità da quelle zie che, puntuali, al cenone di Natale fanno domande criminali come: "Quando ti laurei? Quando ti sposi? Quando fai un figlio?". Le risposte non sono state così diplomatiche, per Fresi infatti: "Capocciata sul setto nasale alla zia: secondo voi è più violenta la mia protesta o le sue domande? Se dopo che si è ripresa continua allora bisogna infierire". Per Gioli invece: "Oppure si potrebbe risolvere cacciandole una fetta di pandoro dritta in bocca". Guanciale ha la soluzione più teatrale: "Io fingerei lo svenimento: funziona sempre. Attiri l'attenzione su di te e allo stesso tempo distrai. In ogni caso non c'è una via non traumatica e molto dipende anche da quanto è corpulenta la zia e da quanto picchia".

La nostra intervista a Stefano Fresi, Matilde Gioli e Lino Guanciale

La casa di famiglia: il cast spiega "come...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

La casa di famiglia è la solita commedia italiana contemporanea
Vincenzo Alfieri e Lino Guanciale diventano I Peggiori: “Un film di cuore immaginato a 16 anni”